Capua - Grazzanise - Vitulazio - Camigliano - Pastorano - S.Maria la Fossa

Grazzanise, opposizione chiede Consiglio su linee programmatiche

 GRAZZANISE. Alle dichiarazioni dell’assessore Gravante sul fatto che il verde pubblico non è una priorità dell’azione di governo, il gruppo consiliare di minoranza “Nuovi Orizzonti” chiede di sapere quali sono le priorità dell’amministrazione.

“Se il nostro primo cittadino – dicono dal gruppo di opposizione – avesse convocato un Consiglio Comunale con all’ordine del giorno almeno le linee ‘programmatiche di mandato’, come chiesto invano dal gruppo di opposizione consiliare, probabilmente tutta la cittadinanza sarebbe a conoscenza delle sue priorità di governo. Secondo il nostro statuto comunale, infatti, il sindaco, entro 90 giorni dalla sua elezione, deve portare in consiglio la discussione delle linee programmatiche di mandato; ciò non è accaduto e non è stata data nessuna spiegazione plausibile da parte dei responsabili di questa palese violazione dello Statuto che detta le regole del gioco in seno al Consiglio e non solo. Anche se l’Amministrazione Parente calpesta palesemente e continuamente ilnostro Statuto contando, inoltre, al proprio attivo, oltre a quanto sopra riportato, anche ben 3 interrogazioni al sindaco, poste dal gruppo di minoranza consiliare, a cui non è stata data alcuna risposta (è previsto l’obbligo di rispondere per iscritto entro 30 giorni), ha comunque ben pensato di modificarlo a proprio piacimento nella prima seduta di Consiglio Comunale istituendo la figura del ‘Presidente del Consiglio Comunale’ precedentemente non prevista e coincidente con la figura istituzionale del sindaco. Che fine ha fatto il Presidente del Consiglio da eleggere? Forse ci hanno ripensato? Sono state ritenute valide le argomentazioni poste dalla minoranza consiliare che si è opposta alla modifica? Un problema così urgente da dover essere affrontato nel primo Consiglio Comunale convocato dal nuovo sindaco e poi… più nulla. Forse un giorno avremo una risopsta da chi non e’ abituato a darne”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico