Campania

Tragedia Circum, muore uno dei feriti appena uscito da ospedale

 NAPOLI. Sarà l’autopsia a far piena luce sulla morte di Carlo Cautiero, il 47enne napoletano che rimase ferito nel deragliamento del treno della Circumvesuviana, lo scorso 6 agosto, e che è morto martedì per cause da accertare.

Il commissariato di polizia Vasto Arenaccia, diretto dal vice questore Pasquale Trocino, ha trasmesso l’informativa al pm di turno, Giuseppe De Falco, il quale ora dovrà nominare il perito e fissare la data dell’autopsia. Ieri, gli agenti, avevano sequestrato tutta la documentazione medica relativa a Cautiero: all’incirca quattro le ore di permanenza all’ospedale Loreto Mare del 47enne; dopo di che fu dimesso con una ingessatura al malleolo e la terapia da seguire.

Al momento, secondo quanto conferma la polizia, la famiglia dell’uomo non ha presentato alcuna denuncia per ‘malasanità’ nei confronti dell’ospedale.

Intanto il direttore sanitario del Loreto Mare, la dottoressa Mariella Corvino, si dice ”sgomenta” per quanto accaduto. ”Oggi io e i miei collaboratori parleremo con il medico che ha stilato il referto – dice – noi per primi vogliamo capire cosa sia successo, la morte di una persona giovane colpisce tanto, ora solo l’autopsia potrà farci capire cosa sia successo”. L’azienda sanitaria invierà un suo anatomo patologo in occasione dell’esame autoptico. Intanto, la Corvino conferma che quel giorno Cautiero fu sottoposto ”a tutti gli esami che andavano fatti”. ”Ripeto, siamo tutti sgomenti – conclude il direttore sanitario – adesso c’è solo da capire”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico