Campania

Rifiuti, operai della Devideco minacciano suicidio: raccolta bloccata

 NAPOLI. Tre operai della ditta ”Devideco”, uno dei quali con una corda legata al collo, stanno protestando da giovedì notte sul tetto dell’edificio di via De Roberto, a Ponticelli, che ospita l’azienda di cui sono dipendenti.

I lavoratori minacciano il suicidioper il mancato pagamento degli stipendi e perchéil prossimo15 settembre verranno licenziati. La Devideco, attiva nel trattamento, gestione e riciclaggio dei rifiuti industriali, lavora in sub-appalto con l’Asia.

In strada, dinanzi allo stabile, stazionano dalle 21,30 di giovedì anche circa 150 loro colleghi. La manifestazione aveva visto anche la partecipazione dei dipendenti di ”Enerambiente”,società che sub-appalta a Davideco,che ha perso il rinnovo della concessione a vantaggio di una ditta di Genova.

Intanto,i compattatori della Enerambiente sono stati bloccati dalla protesta e ciò ha provocato la giacenza nelle strade cittadine di circa 250 tonnellate di rifiuti che non sono stati rimossi. ”Si determina in questo modo un gravissimo disagio ai cittadini dei quartieri centrali della citta’, aggravato dal caldo di questi giorni”, si sottolinea in una nota da Palazzo San Giacomo.Si è quindi aperta una trattativa tra Enerambiente e i manifestanti che dovrebbe garantire il regolare svolgimento del servizio a partire da venerdì sera.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico