Aversa

Pista atletica, Savino: “Convegno annullato non per colpa mia”

Vittorio SavinoAVERSA. Il dottor Vittorio Savino, presidente dell’Arca Atletica Aversa, interviene in merito all’annullamento del convegno sulla pista di atletica che si sarebbe verificato proprio per la sua annunciata assenza.

Una situazione che, tra l’altro, ha scatenato le ire dell’atleta Giovanni Mondanaro, il quale non ha gradito le motivazioni ufficiali dell’annullamento, ossia per l’assenza di Savino e per “problemi organizzativi”, rimarcando, invece, la “perfetta organizzazione” dell’appuntamento.

A tal proposito, Savino chiarisce: “Ero stato invitato al convegno dal professor Paolo Santulli, ex vice presidente della nostra società sportiva, e da Giovanni Mondanaro, ex tesserato atleta della stessa, in qualità di presidente della Arca Atletica Aversa Agro Aversano. Immediatamente avevo comunicato che per la data indicata, il 29 luglio, non potevo essere presente perché in ferie lontano da Aversa. Ciò nonostante assicuravo la partecipazione di dirigenti della stessa società alla manifestazione. Siamo venuti a conoscenza solo dalla stampa locale del mancato svolgimento dell’incontro nel pomeriggio del 29 luglio. Pertanto, ogni voce collegata alla mancato svolgimento dell’incontro per una mia assenza è priva di ogni fondamento”.

“La realizzazione della pista di atletica leggera in città – continua Savino – è per noi un sogno che ormai dura da 42 anni e che forse è destinato a restare tale, viste le premesse dell’ennesimo scherzo di piena estate messo ancora una volta in scena alla faccia di quanti credevano che qualcosa finalmente si stesse muovendo. Senza comunque voler entrare nei particolari della faccenda, di cui poco o nulla conosciamo, confermiamo la nostra piena disponibilità ad accompagnare ogni momento che il mondo della politica locale vorrà regalare allo sport cittadino”.

Intanto, Savino sottolinea come “una nostra richiesta al sindaco per ridare vita alla ‘Straversana’ è rimasta senza alcuna risposta da almeno tre mesi, per cui crediamo che la speranza sia ormai quasi del tutto sepolta”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico