Aversa

Opg, Graziano (Pd) annuncia interrogazione parlamentare

Stefano Graziano AVERSA. “O si comprende che occorrono soldi, molti soldi da investire, o si deve avere il coraggio di chiudere l’Opg di Aversa e restituire questa enorme struttura alla città e ai cittadini”.

La proposta provocatoria del deputato delPdStefano Graziano arriva a conclusione dell’intera mattinata di venerdì 13 agosto, nell’ambito del piano nazionale “Ferragosto in Carcere”, presso l’Ospedale Psichiatrico Giudiziario “Filippo Saporito” di Aversa. Quasi quattro ore per verificare lo stato delle strutture, dai padiglioni di degenza alla sala mensa, per incontrare gli internati e per confrontarsi con gli agenti e con gli operatori sanitari.

“I problemi sono quelli che ci aspettavamo. – commenta Graziano – Un grave sovraffollamento, anzitutto, e poi una forte carenza di personale sia in termini di assistenza sanitaria e parasanitaria che di vigilanza”. E continua: “Ho potuto constatare lo sforzo enorme di chi opera quotidianamente lì dentro: degli agenti di polizia penitenziaria ma anche di medici, psichiatri, educatori. Persone, professionisti che, purtroppo, nonostante l’umanità e l’impegno profusi, devono fare i conti con strutture non adeguate e soprattutto con la cronica carenza di risorse. Il nodo centrale – sottolinea il parlamentare – è tutto qui: occorre capire che bisogna investire in queste strutture, investire in termini di sicurezza, di sanità e di umanità, e per farlo occorre destinare risorse, altrimenti avremo solo tristi discariche sociali che offendono la dignità dei degenti e la professionalità di chi ci lavora”.

“Le Istituzioni, Governo e Regione, ciascuno per quanto di propria competenza, – aggiunge il deputato Pd – devono decidersi a destinare all’Opg di Aversa i fondi necessari per affrontare seriamente il problema sovraffollamento, adeguare i locali alle reali esigenze di un ospedale psichiatrico, rendere più funzionali gli spazi, garantire la manutenzione di interni ed esterni, e soprattutto investire sul personale. E’ insufficiente il numero di agenti per garantire una reale sicurezza degli internati e di chi ci lavora; ed è, addirittura, irrisorio il numero di operatori sanitari, un numero assolutamente inadeguato a garantire l’assistenza e la stessa igiene personale dei degenti”.

Graziano annuncia la presentazione di una interrogazione parlamentare “per chiedere al Governo di prendere una posizione decisa e chiarire una volta per tutte quale deve essere il futuro dell’Opg e dei suoi internati”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico