San Marcellino

Investito da pirata della strada e aggredito da cani randagi

 SAN MARCELLINO. Investito da un’automobile, che non ha prestato soccorso, e poi vittima di un’aggressionedi due cani randagi.

E’ successo a San Marcellino, in via Roma, nella mattinata di mercoledì di 28 luglio. Intorno alle 12.30,Gianluca Zampella, 20enne di Carinaro,circolava in sella al suo scooter Piaggio Liberty quandoun’autovettura gli ha tagliato la strada.

Il giovane ha perso l’equilibrio ed è caduto al suolo, riportando escoriazioni sulla parte sinistra del corpo e battendo in modo abbastanza violento la testa, anche se l’impatto è stato attutito poiché indossava il casco. Il conducente dell’autovettura non si è fermato a prestare soccorso e ha continuato incurante la sua corsa. La vittima, dato lo schock, non è riuscita a prendere il numero di targa.

Dal momento che si trattava di una strada periferica, e dunque poco trafficata, il ventenne è stato costretto ad allertare da sé i soccorsi. Nel frattempo, però, oltre al danno anche la beffa: infatti, nel cadere dallo scooter, Zampellarovinava addosso ad un cane randagio e questi veniva difeso da un “compagno di strada” che azzannava il giovane all’altezza della coscia.

Sulposto è intervenuta in pochi minuti un’ambulanza del 118, che ha prestato i primi soccorsi alla vittima, trasportandola all’ospedale “Moscati” di Aversa, dove i medici gli hanno diagnosticato una frattura al polso sinistro, nonché escoriazioni agli arti inferiori e contusioni in diverse parti del corpo, oltre alle ferite provocate dal randagio che ha richiesto la somministrazione di un’antirabbica. E’ stato dimesso dopo poche ore, con una prognosi di dieci giorni.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico