Maddaloni - Valle di Maddaloni

I Popolari denunciano: “Dopo Calatia vogliono creare un altro scempio”

Popolari per il Sud MADDALONI. “Dopo lo scempio di Calatia, l’assessore Gennaro Cioffi pensa di realizzare un’altra unione dei comuni”.

E’ fortemente critico il capogruppo di Popolari per il Sud Vincenzo Santangelo rispetto al progetto della maggioranza di Maddaloni di creare un altro ente sovracomunale. “Il sindaco Antonio Cerreto non può permettere di appesantire il bilancio comunale con scelte del genere affidate a uomini che hanno già fallito in questi compiti – ha spiegato l’esponente della minoranza – non dimentichiamo che Cioffi è stato per anni il vicepresidente dell’Unione dei Comuni determinando in prima persona tutte quelle scelte che hanno contribuito ad indebitare in maniera determinante Maddaloni”.

Santangelo coglie l’occasione per ricordare al primo cittadino come i termini previsti per l’approvazione del bilancio di previsione siano abbondantemente scaduti e come, ancora oggi, non si conosca, carte alla mano, cosa voglia fare la giunta Cerreto per Maddaloni. “Ho già avuto modo di sollecitare l’intervento del prefetto per chiedergli di esercitare la sua funzione di controllo rispetto alla mancata approvazione del bilancio nei termini di legge – ha detto Santangelo – se vogliamo approntare un minimo di programmazione per quello che resta del 2010, è necessario che vengano prodotti gli atti sufficienti con i quali il sindaco ci dica che vuole fare per Maddaloni e come vuole spendere i soldi della collettività”.

L’esponente del partito di Mastella sottolinea come la paralisi amministrativa della maggioranza non sia più tollerabile. “Dopo tre mesi e mezzo di governo della città, abbiamo visto come il cartello elettorale di Cerreto non sia mai diventato una maggioranza politica – spiega – la tracotanza di aggregazioni civiche, alcune scelte politiche sbagliate, hanno portato il sindaco a non poter, di fatto, esercitare quella funzione di indirizzo e di governo che il voto popolare gli hanno dato. Il risultato di questa situazione è che c’è una città ferma che accumula problemi su problemi”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico