Italia

Pdl, Berlusconi: “Si ai congressi, no alle correnti”

Silvio Berlusconi ROMA. Silvio Berlusconi sottolinea la necessità di far crescere il Pdl, organizzandolo “sempre meglio sul territorio, garantendo la piena partecipazione democratica a tutti gli iscritti” attraverso congressi locali.

Il premier, in un messaggio a Gianni Alemanno in occasione del convegno dei circoli “Nuova Italia”, auspica inoltre di ”non lasciare spazio a contrapposizioni correntizie che paralizzerebbero la vita” del partito.

Sì dunqueai congressi comunali e provinciali, no alle correnti e tantomeno alle contrapposizioni di correnti. Berlusconi dà il via libera alla richiesta di Gianni Alemanno per tenere i congressi locali nel 2011. In una lettera inviata ad Orvieto, dove si tiene l’annuale appuntamenti dei circoli Nuova Italia, il premier ha sottolineato che non bisogna inoltre lasciare spazio a “contrapposizioni correntiste che ne paralizzerebbero la vita”.

Nel dettaglio, ha detto il premier, “è mia convinzione che abbiamo creato il più grande protagonista della politica italiana, un grande partito popolare e nazionale animato dal principio della libertà, che la maggioranza degli italiani attendeva da tempo. Proprio per questo – sottolinea Berlusconi – dobbiamo far crescere il partito, organizzarlo sempre meglio sul territorio”.

”Con questo auspicio – conclude Berlusconi nella sua lettera – auguro a te e a tutti i partecipanti un buon lavoro nella certezza che la tua fondazione continuera’ ad essere protagonista nello scenario politico culturale del centrodestra”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico