Italia

Afghanistan, tre militari italiani feriti in scontro a fuoco

 KABUL. Tre militari italiani sono rimasti feriti in uno scontro a fuoco avvenuto venerdì mattina nell’ovest dell’Afghanistan.

Lo scontro a fuoco, secondo quanto si è appreso, è avvenuto a sud di Bala Murghab, una delle aree da sempre più pericolose della regione occidentale dell’Afghanistan.

I militari italiani erano impegnati in un’attività a supporto delle forze di sicurezza afgane, quando c’è stato il violento scontro a fuoco. Dei tre feriti, uno è grave ed ha riportato lesioni a un polmone e a una spalla; le condizioni di un altro vengono definite serie, per lesioni all’inguine, mentre il terzo non sarebbe grave. Nel violento scontro a fuoco di Bala Murghab è stato coinvolto anche un elicottero del nostro contingente che è stato danneggiato. L’attacco ai militari italiani e afghani da parte di un numero imprecisato di insorti è avvenuto intorno alle 10 locali.

“Uno dei militari colpiti è stato ferito molto gravemente, anche se non è in pericolo di vita. Si tratta di un ufficiale”, ha dichiarato il ministro della Difesa Ignazio La Russa. L’area di Bala Murghab, ha aggiunto La Russa “è una zona diventata molto pericolosa, forse perchè prima non c’eravamo”. Una zona, come spiega il ministro, “percorsa dai talebani che vengono sospinti verso nord dalle operazioni dei militari americani e inglesi”, e dunque per gli stessi talebani “è un’importante via di fuga”. In questo modo “è diventata una zona dove il conflitto a fuoco è più probabile”.

La Russa ha poi descritto anche la dinamica dello scontro. “Il conflitto a fuoco tra alpini della Task Force North e i talebani è accaduto nei pressi dell’abitato di Bala Murghab, una zona molto pericolosa – ha spiegato il ministro della Difesa – perchè gli insorti vengono spinti a nord dall’attività dei militari americani e inglesi. Gli italiani erano a supporto dei militari afghani e alle 10.10, ora afghana, sono stati attaccati”. Tre i militari feriti: “Un ufficiale che versa in condizioni molto serie – spiega La Russa – ed è ricoverato all’ospedale di Herta dopo un breve sosta in quello spagnolo. Un altro ferito lievemente ed un altro ancora in modo non particolarmente grave. Mentre l’ufficile ferito veniva trasportato in ospedale, anche l’elicottero che lo stava portando è stato colpito da colpi d’arma da fuoco degli insorti”. “Il ferito più grave – precisa La Russa – non è in imminente pericolo di vita”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico