Frignano - Villa di Briano

Mottola: “Frignano buon esempio di logiche di sviluppo”

Nicola MottolaFRIGNANO. “La città di Frignano, sebbene l’associazione ‘Progetto Frignano’ la pensi diversamente, è tutt’altro che fuori dalle logiche di sviluppo locale e regionale e da cittadino di Frignano, …

… ancorché assessore comunale, sebbene posso immaginare la logica entro la quale vengono mosse certe accuse, che sano più di disinformazione che altro, di certo non le posso accettare”.

Così, l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Frignano, Nicola Mottola, replicando all’associazione “Progetto Frignano” che nei giorni sorsi aveva accusato l’amministrazione Santarpia di non aver concorso ai grandi progetti finanziabili coi fondi europei.

“I progetti finanziabili dall’Unione Europea ci sono, li abbiamo presentati da tempo, sono tanti e tutti finanziabili – ha spiegato Mottola – e per importi di tutto rispetto. Cito, a beneficio di chi non ha ritenuto opportuno informarsi compiutamente fino ad oggi, il progetto di ristrutturazione, adeguamento alle norme antisismiche e abbattimento delle barriere architettoniche dell’edificio che ospita la Scuola Media ‘Tozzi’. Un progetto presentato nel 2009 per un costo di due milioni di euro in un edificio destinatario di un altro progetto, l’Educational Quality Facilities, un programma di interventi e opere presentato a dicembre scorso che prevede un finanziamento di un milione di euro per realizzare ‘spazi aperti’ (un auditorium e tre laboratori) destinati all’educazione a all’istruzione per rafforzare il rapporto scuola-territorio”.

“La questione della qualità del spazi è sempre stata la centro della nostra politica di governo cittadino – ha aggiunto Mottola – tant’è che tra tutti questi progetti c’è anche quello presentato a maggio scorso per la riqualificazione dell’impianto sportivo di via Giorgio Almirante, un progetto di modernizzazione che guarda all’adeguamento della struttura alle norme antisismiche e di sicurezza, al risparmio energetico e all’abbattimento delle barriere architettoniche. Ma ci sono anche progetti presentati re mesi fa e relativi a opere pubbliche importanti come quello della riqualificazione urbana di piazza Mazzini che contempla la realizzazione ex novo dell’intera area col rifacimento degli impianti elettrici e di illuminazione, interventi per realizzazione di marciapiedi, il nuovo arredo urbano che prevede una fontana a vasca. E poi aiuole, alberi e i dovuti accessi ai portatori di handicap. E potrei continuare ricordando quelli relative alla riqualificazione di tre strade rurali (Starzella, Crocelle e Ponte delle Tavole) o il rifacimento delle due tratte dell’acquedotto rurale di via Limitone. E, a questo punto devo anche ricordare che nel cosiddetto Parco Progetti della Regione, la città di Frignano è presente con diversi progetti per oltre 4 milioni di euro volti a riqualificare le la nostra rete idrica e fognaria”.

“Questi sono i fatti e i progetti sono tutti nero su bianco e in attesa dei finanziamenti che speriamo, confidando nella nuova amministrazione regionale, vengano concessi. Fatti concreti e non certo chiacchiere da bar”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico