Matese

Mondiali Parapendio, convegno al chiostro di San Domenico

 PIEDIMONTE M. Le prospettive di sviluppo turistico del Matese, collegate allo sfruttamento, nel pieno rispetto dell’impatto ambientale, delle potenzialità offerte dalla particolare conformazione naturalistica del massiccio montuoso, …

… sono state al centro di un interessante convegno, svoltosi, nell’ambito delle manifestazioni collaterali alla prova di Coppa del Mondo di parapendio, in corso nell’intero comprensorio a cavallo tra Campania e Molise, nel monumentale chiostro San Domenico a Piedimonte Matese.

Oltre al bianco della neve nella stagione invernale, ed al verde dei boschi nella stagione estiva, molto opportunamente è stato identificato un terzo colore a caratterizzare nuove opportunità di sviluppo, appunto l’azzurro del cielo, habitat ideale per le competizioni organizzate sotto il controllo dalla Federazione Italiana e internazionale di Volo Libero.

La prova di questa ulteriore possibilità di crescita è stata ribadita proprio dalla World Cup di parapendio, che per una settimana raduna ben 125 piloti da tutto il mondo con i rispettivi accompagnatori a formare un consistente gruppo di turisti-sportivi, visto che sono circa 2mila le presenze alberghiere ipotizzate per la kermesse iridata negli hotel e, soprattutto, nei numerosi agriturismi della zona. A sottolineare questi aspetti nell’intervento di apertura del convegno è stato il presidente del Comitato Provinciale Coni, Michele De Simone, che, successivamente, ha coordinato, con la solita verve, un dibattito a più voci, che ha visto impegnati rappresentanti degli Enti locali, dirigenti sportivi, esperti.

E sono stati i tre sindaci Vincenzo Cappello di Piedimonte Matese, Angelo Conte di San Potito Sannitico e Antonio Montone di Castello del Matese, che hanno operato in sinergia a supporto del Club Parapendio Le Streghe, promotore dell’iniziativa, a sottolineare il valore della cooperazione e dell’intesa tra i Comuni, i cui campanili, una volta tanto, hanno suonato in perfetta sintonia.

Con loro hanno pienamente convenuto i rappresentanti degli organismi territoriali presenti, e cioè il presidente della Comunità Montana del Matese, Fabrizio Pepe, che riunisce 15 Comuni del comprensorio, e il presidente dell’Ente Parco Regionale Matese, Giuseppe Falco, che riunisce 15 Comuni della provincia di Caserta e 5 Comuni della provincia di Benevento. Insomma una felice intesa, che potrebbe, in concreto, se perseguita, produrre risultati positivi per il turismo e l’economia del territorio.

A conferma della validità dei progetti realizzabili gli interventi, entusiasti, dei rappresentanti degli organismi sportivi interessati, e cioè il presidente della Federazione Italiana di Volo Libero, Luca Basso, che ha ricordato come nel Veneto il piccolo centro di Borso del Grappa, tra quelli più attrezzati per il parapendio, registri ogni anno circa 40mila presenze legate alla pratica di questa disciplina; e il presidente della World Cup, il francese Xavier Murillo, che ha espresso vivissimi apprezzamenti per le strutture di ospitalità, in particolare gli agriturismi, dove i piloti hanno trovato l’ideale punto di riferimento.

E dopo il saluto del generale Elia Rubino, presidente dell’Arma Aeronautica, l’ingegner Roberto Formato, tra i più validi esperti di problematiche legate al turismo, in varie occasioni consulente della Regione Campania, impegnato con il Comitato Provinciale Coni in una serie di progetti legati al potenziamento del turismo-sportivo, un filone su cui si può puntare per rilanciare l’economia in momenti di crisi, ha tenuto una efficace relazione in cui, dati alla mano, ha dimostrato come anche nell’area del Matese è possibile puntare con successo a nuove opportunità di sviluppo turistico.

Il convegno si è concluso con la distribuzione a tutti i relatori di targhe di benemerenza offerte dai dirigenti dell’asd Parapendio le Streghe, e cioè Antonio Orsini, Leone Antonio Pascale, Ivan Martino. Tra ghli intervenuti anche Santino Bernieri, presidente onorario dei Veterani dello Sport, Giuserppe Bonacci, presidente del Panathlon Club, Maria Antonietta Antonucci responsabile della Federazione Italiana Sport Invernali, Maria Rosaria Antonucci presidente della Pro Loco di San Potito Sannitico, l’assessore al comune di Piedimonte Matese Costantino Leuci, numerosi sindaci e amministratori della zona.

Ha fatto seguito un riuscito ricevimento nello splendido chiostro San Domenico, in cui i docenti e gli allievi dell’Istituto Alberghiero di Piedimonte Matese, guidato dalla preside Anna Cirioli, hanno avuto l’opportunità di far assaggiare agli ospiti, giunti da 32 paesi stranieri, le specialità del territorio.

La prova di Coppa del Mondo di parapendio si concluderà con la premiazione in programma sabato alle ore 20 nella piazza di San Potito Sannitico, il piccolo comune alle falde del Matese, da anni impegnato a fiancheggiare iniziative promozionali per il territorio, tra cui appunto il volo libero.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico