Caserta

Pietro Taricone cremato in segreto. Il ricordo al RomaFilmfestival

Pietro_TariconeCASERTA. L’ultimo viaggio di Pietro Taricone si conclude a San Benedetto del Tronto, dove il corpo dell’attore è stato cremato, rispettando le ultime volontà del “guerriero”.

L’attore casertano, morto lo scorso 29 giugno, in seguito ad un incidente a Terni, dopo il lanciocon ilparacadute, è stato cremato sabato scorso, 3 luglio, alla presenza dei genitori, Francesco e Rita, e della compagna, Kasia Smuntiak.

La bara è stata trasferita nel luogo della cremazione alle 19 di sera; dopo la cremazione le ceneri di Taricone sono state riportate a Trasacco per essere tumulate nella cappella di famiglia, accanto alla tomba del nonno che portava lo stesso nome e cognome. I momenti di tensione non sono mancati: al momento dell’arrivo dell’auto che trasportava la compagna del “guerriero”, fotografi e giornalisti si sono accalcati all’auto, rendendo necessario l’intervento dei carabinieri. La cerimonia funebre ha avuto luogo con la benedizione dell’urna contenenti le ceneri operata dal parroco di Trasacco: il tutto in una dimensione intima, quasi a non voler disturbare il guerriero nel suo eterno riposo.

A dare l’ultimo saluto a Taricone non solo amici e parenti ma anche qualche volto noto che ha condiviso con i familiari gli ultimi passaggi della terribile vicenda. Sono arrivati dalla Polonia anche i genitori di Kasia, pronti a darle conforto insieme alla piccola Sofie.

L’immagine di Pietro che entra nel cuore della gente è stata ricordata anche all’inaugurazione del RomaFilmfestival, dedicata proprio a lui. Nel multisala Adriano di Roma, in occasione della proiezione della fiction “Tutti pazzi per amore2” a cui Taricone aveva partecipato, il cast della fiction è salito sul palco per rendere omaggio al collega scomparso: da Emilio Solfrizzi, al produttore Carlo Bixio, al regista Riccardo Milani insieme alla direzione del Festival. “E’ mancato un amico del Festival della Fiction e di tutti noi. Una persona che ha dimostrato sempre una grande forza interiore e tenacia. Pietro Tariconeè idealmente la persona cui vogliamo dedicare questa edizione del festival. Nonè un atto formale ma una scelta di pensiero a un amico cheè sempre stato presente alle nostre edizioni. E un saluto lo mandiamo a Kasia, cui ci sentiamo molto vicini”. Con queste parole Steve Della Casa, il direttore del RomaFictionFest apre all’Auditorium della Conciliazione la quarta edizione della kermesse, promossa e sostenuta da Regione Lazio, Camera di Commercio di Roma e Associazione Produttori Televisivi.

Durante lacerimonia inaugurale del RomaFilmFestival è stato proiettato un video omaggio a Pietro Taricone in cui l’attore canta una canzone di Eros Ramazzotti. All’interno della sezione “Lavori in corso”, invece, sarà presentato il lavoro incompleto che Taricone stava portando avanti con Mediaset, la fiction “Una bella famiglia” di Claudio Norza in cui l’attore casertano interpreta Antonio un cantante neo-melodico fratello di Paolo Gambardella (Giampaolo Morelli), professione fioraio, single con cinque figli a carico. È previsto un ulteriore video, a conclusione della kermesse, in memoria di Taricone, ripercorrendo i passi avviato versola sua carriera di attore.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico