Caserta

Percorsi di luce: “Da sindacati nessuna responsabilità”

 CASERTA. Conferenza stampa giovedì pomeriggio presso la sede della Cisl Unione Territoriale di via Ferrarecce.

Erano presenti Carmine Crisci, Segretario Generale Ust, Rino Brignola, Segretario generale Cisl Fp, Gino Pastore, componente della Segreteria Confederale e Luigi Mottola, rappresentante Rsu della Reggia di Caserta. Alla presenza dei giornalisti i rappresentanti sindacali hanno illustrato per l’ennesima volta i motivi di una gestione del monumento vanvitelliano che ha ormai del grottesco, soprattutto nelle sue ultime battute con conflitti ed incomprensioni tra la Sovrintendenza e l’Ente Provinciale per il Turismo, il quale allo stato dei fatti, gestisce uno degli eventi maggiormente attesi del capoluogo, vale a dire Percorsi di Luce.

Come i più sanno, anche attraverso la stampa locale, il presidente dell’Ept Enzo Iodice, ha in questi giorni minacciato l’annullamento della manifestazione, adducendo la responsabilità di svariate difficoltà, all’atteggiamento a suo dire incomprensibile e strumentale delle organizzazioni sindacali.

“Siamo obbligati ad intervenire – precisano i Segretari – per chiarire immediatamente che nelle questioni tecnico-amministrative il sindacato non ha alcun tipo di responsabilità, interesse, né intervento di sorta. Per quanto ci riguarda noi siamo strettamente tenuti a mettere a disposizione dell’evento il giusto numero di operatori, la maggior parte di essi, deputati alla sicurezza dei turisti all’interno del parco. Nei giorni scorsi – spiega Brignola – ci siamo occupati in prima persona di mediare tra le parti evidenziando che un evento così importante per l’economia turistica della città e della provincia non doveva assolutamente essere messo in discussione, ma invece snellito e avviato nel più breve tempo possibile. Siamo decisamente sgomenti dalle dichiarazioni di Iodice che sono davvero gratuite e molto molto gravi e rigettiamo del tutto l’atteggiamento di strumentalizzazione che ci è stato attribuito. Anzi, a questo punto siamo noi, in qualità di sindacato a chiedere all’Ept di consentirci di visionare il progetto e di rendicontare nello specifico il programma: quali previsioni di entrate e di uscite ci sono, costi, spese, personale. Insomma, il mancato accordo sul numero di dipendenti da mettere a disposizione per il programma di Percorsi di Luce, 18 per l’Ept, 21 per la Sovrintendenza, beh, questo sembra davvero insolito ed inspiegabile. Comunicati stampa che si rincorrono, numeri delle unità che salgono e scendono a seconda degli accordi personali. Vi è una totale mancanza di trasparenza e chiarezza che insospettisce gli addetti ai lavori e non solo e che adesso va assolutamente definita dati e carte alla mano”.

La Cisl confederale e la Cisl Fp chiedono dunque al presidente dell’Ept Enzo Iodice, nell’ambito anche del processo di verifica avviato dalla Cisl in ambito nazionale sugli enti locali, di rendicontare il progetto Percorsi di Luce approvato dalla Regione Campania, rendendo pubblici costi, previsioni di spese e utilizzo del personale.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico