Caserta

Discarica Lo Uttaro, a breve svuotamento del “panettone”

CASERTA. La prossima settimana partirà l’attività di svuotamento del cosiddetto “panettone”, ovvero l’enorme cumulo di rifiuti solidi urbani ubicato in località “Lo Uttaro”, nel perimetro del comune di Caserta.

Dopo una lunga attesa, infatti, sono stati approntati i siti dove effettuare il conferimento dei rifiuti attualmente costituenti il “panettone”. Dallo scorso 1 gennaio, ovvero da quando è cessata la gestione commissariale, il sito è nella titolarità della Provincia di Caserta e sin dall’inizio della sua attività amministrativa il presidente della Provincia Domenico Zinzi, ha dato un forte impulso affinché gli uffici preposti dell’Ente, in collaborazione con l’assessore all’Ecologia del Comune di Caserta, Maria Laura Mastellone, lavorassero per un’accelerazione del processo di svuotamento del “panettone”.

Tale processo avverrà nelle ore notturne per evitare problemi di circolazione nella zona de Lo Uttaro e, soprattutto, ogni altra forma di disagio agli abitanti della zona. Il “panettone” è noto per essere una sorta di sito di trasferenza per il Comune di Caserta, che nel 2007 fu utilizzato per accogliere i rifiuti della “Notte Bianca” di Napoli. Successivamente, il sito è passato nella gestione della società Fibe e poi in quella del Commissariato di Governo. Lo stesso Commissariato si era più volte impegnato a smaltire l’ingente quantitativo di rifiuti presente nel sito. Operazione, questa, che non si è mai potuta attuare a causa della mancanza di siti appropriati allo smaltimento. Finalmente si potrà procedere, grazie anche al dissequestro momentaneo del sito, allo svuotamento del “panettone”, che tante polemiche ha originato negli ultimi anni. Non appena il sito sarà definitivamente ripulito, verrà messa in atto la bonifica dello stesso.

“Lo svuotamento del ‘panettone’ de Lo Uttaro – ha spiegato Zinzi – rappresenta un passo importante nell’ambito dell’opera di bonifica del nostro territorio, che nel corso degli anni è stato teatro di scempi ambientali che hanno contribuito a rovinare vaste aree del Casertano. E’ giunto il momento di guardare con maggiore attenzione all’ambiente, recuperando il territorio attraverso attività di bonifica che consentano di perseguire obiettivi di sviluppo reali e credibili”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico