Caserta

Anagrafe degli Eletti: deserta la seduta consiliare

RadicaliCASERTA. Consiglio comunale deserto quello di giovedì 29 luglio con all’ordine del giorno l’importante punto dell’istituzione dell’Anagrafe degli Eletti.

Troppo pochi i consiglieri presenti in aula che non hanno consentito al presidente Arturo Di Palo di dichiarare regolare la seduta. Con l’AdE sarà possibile informarsi in qualsiasi momento dell’operato di coloro che siedono tra gli scranni di comune, provincia e regione, rendendo pubblico anche lo status giuridico di ogni eletto. Un passo avanti compiuto dalla Regione Campania che ha approvato la scorsa settimana l’introduzione della lista pubblica.

Delusione e sconforto viene registrata dall’Associazione Radicale “Legalità e trasparenza” e dall’Associazione “Luca Coscioni” che ha fortemente appoggiato tale iniziativa: “Per l’ennesima volta – dicono i radicali casertani – la proposta di delibera dell’anagrafe degli eletti per la trasparenza amministrativa è rimandata”. “Questa è un emergenza democratica perché i politici di Caserta nuovamente non rispettano il ruolo istituzionale per il quale sono stati nominati”, hanno dichiarato Domenico Letizia, segretario dell’associazione Coscioni, ed Elio De Rosa, segretario dei Radicali.

“Una città poco trasparente come Caserta è normale che non accetti e non valuti proposte concrete e vere di trasparenza amministrativa. Ringraziamo i consiglieri comunali Antonio di Lella e Alessandro Barbieri per la loro disponibilità”. Saranno presentate a breve le firme raccolte attraverso petizione popolare.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico