Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Casapesenna, successo dell’oratorio estivo “Gr-Est”

Fortunato Zagaria CASAPESENNA. Nuova tappa, il 30 giugno, a Casapesenna dello speciale calendario di eventi stabilito dal GR-EST, una sorta di oratorio estivo, organizzato quest’anno per la prima volta e promosso da ente locale e parrocchia Santa Croce.

Il sindaco Fortunato Zagaria e il parroco don Luigi Menditto l’avevano promesso: “La stretta collaborazione fra parrocchia e comune servirà a valorizzare i rispettivi servizi nell’ambito della comunità locale e a costituire il più positivo progetto educativo in favore dei giovani”. E così è stato. Dal 21 giugno la cittadina è un pullulare di iniziative, un vespaio di bambini gioiosi e interessati che, contemporaneamente, inventano giochi e vivono momenti di spiritualità, si producono in gite e balli, vivono lunghissime giornate di incontri e divertimenti. Quella di questi giorni è una marea festosa di circa 240 ragazzi, accompagnata da 38 giovani animatori e da 40 mamme, una carovana il cui passaggio segna i locali parrocchiali, i locali scolastici, le palestre delle scuole, il centro sportivo comunale e le strutture sociali comunali e private.

Il 30 giugnoè stata una solita giornata festosa che ha vissuto un momento particolarissimo: presso la locale scuola elementare, c’è stato l’atteso incontro fra il sindaco Zagaria e le scolaresche.

Gran vociare e solito entusiasmo dei ragazzi, moderati a fatica dal giovanissimo parroco don Vittorio Cumerlato, ma un fuoco di fila di domande interessanti e disarmanti che hanno “matato” il primo cittadino per oltre un’ora. Domande scolastico- pedagogiche, del tipo “Chi ha fondato lo Stato? Come hai fatto a diventare sindaco? Come fai a governare il paese? Insieme a quesiti inimmaginabili e semplicemente curiosi, come “Chi ha creato la playstation? Passando per l’emotività, “Che cosa si prova ad essere sindaco” e finendo con la curiosità più personale e tipicamente infantile: “Signor Sindaco quando vi tagliate i baffi? Ovviamente, il primo cittadino ha risposto a tutti, offrendo alla platea giovanile risposte puntuali, spiegando per esempio, la differenza tra privato e pubblico, discutendo sui principi dell’ordinamento statale, dichiarando che “è bello essere sindaco in giorni come quello di oggi quando s’incontrano tanti giovani e cittadini in festa, mentre è spiacevole quando si devono affrontare temi preoccupanti come la lotta all’abusivismo e all’inquinamento; ha dato fondo a tutta la propria sincerità, non nascondendo di divertirsi molto egli stesso, quando ha ricordato che i baffi li porta da anni, da quando stimò di farseli crescere per sembrare più maturo, durante gli studi universitari. Insomma, un incontro sensazionale ed anche commovente, dal quale è emersa evidente anche la capacità della stessa amministrazione comunale (presente in gran numero) e del mondo parrocchiale, di “saper parlare” ai propri concittadini e alla propria comunità.

Per il resto, una volta di più, è stata a tutti tangibile la partecipazione che si registra a questo straordinarioevento di Casapesenna, e altrettanto tangibile l’afflato fra gli operatori e il sinolo incredibile di collaborazione fra gli “inventori” dell’evento. Per la cronaca, gli inventori sono coloro che hanno reso possibile la lunga manifestazione che termina il prossimo 3 luglio: i volontari dei gruppi parrocchiali, quelli della palestra Trilogy, della scuola di ballo “Tempio”, della Pro-loco, della Lega Ambiente di Casapesenna, dell’Associazione Cacciatori di Casapesenna, di tante altre associazioni. E delle mamme. Le mamme, un gruppo di volontarie, eroine della disponibilità e del sorriso, che stanno seguendo e partecipano ad ogni momento del calendario degli eventie che ai giornalisti presenti hanno parlato con giustificata enfasi di una “occasione incredibile, di un evento da ripetere ogni anno, di un’iniziativa che non ha eguali, di un momento esaltante di gioia, di incontro, di cultura, di pacificazione e collaborazione sociale”.

Ora c’è la visita al “Parco degli Uccelli” di Lago Patria e la manifestazione finale in piazza agostino Petrillo. Il GR-EST si chiuderà così con la partecipazione prevista di almeno un migliaio di persone, mettendo in mostra quel mix di spiritualità e umanità che l’hanno fatta da padroni in questa avvincente esperienza. Facile presagire che l’iniziativa a Casapesenna continuerà. Considerato il successo della manifestazione, siamo sicuri che le magliette con sopra scritto “Comune più Parrocchia – Casapesenna Estate 2010” che tutti, bambini, ragazzi, volontari, mamme e semplici cittadini hanno indossato in questi giorni, saranno il più bel ricordo da conservare. “Il GR-EST continuerà – la pronta conferma del sindaco Zagaria – e, magari, per l’anno prossimo estenderemo l’iniziativa ad altri 5-6 comuni viciniori”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico