Aversa

Rifiuti, sciopero di 48 ore degli operatori

 AVERSA. Da lunedì sarà sempre più emergenza rifiuti creata, come è noto, dalla lunga querelle sul passaggio di cantiere ancora da concludere tra vecchia e nuova ditta e non riguarderà solo Aversa ma tutti i comuni serviti dall’ex consorzio Geo Eco.

Perché lunedì gli addetti al prelievo incroceranno le braccia per 48 ore e potrebbero continuare ad oltranza se non saranno rispettati gli impegni assunti e sottoscritti dal liquidatore del consorzio per le provincie di Napoli e Caserta che prevedevano il pagamento degli stipendi entro il 9 luglio e della quattordicesima mensilità entro il 30 giugno.

A darne notizia è Raffaele Docimo, rappresentante provinciale del Flaica Cub. il sindacato a cui fanno riferimento i lavoratori del settore. “Ad oggi – dice – non risultano fondi depositati in banca per il pagamento. E’ una inadempienza gravissima, sia perché non vengono rispettati impegni assunti in maniera ufficiale sia e direi sopratutto perchè non viene rispettato l’impegno relativo all’erogazione della quattordicesima mensilità”. “Una voce stipendiale che – ricorda – non potrebbe venire mai meno, perché la quota parte necessaria a realizzare questa mensilità viene prelevata ogni mese dallo stipendio dei lavoratori ed accantonata appositamente per formare la quattordicesima”.

“Non averla erogata nei tempi concordati ci impone – sottolinea Docimo – di chiedere dove siano finiti quei fondi. Se siano stati usati per altro ed eventualmente per cosa”. Ma non è tutto, in tema di fondi Docimo ha ancora una domanda. “Come dichiarato dai media anche dall’assessore all’igiene urbana, per il prelievo dei rifiuti l’amministrazione comunale – ricorda il sindacalista – non sta usando i mezzi del consorzio ma dei camion presi in affitto al costo di 50 mila euro settimanali completi di autista che hanno un costo aggiuntivo”.

“Stando così le cose ci chiediamo -continua- perché non si utilizzino quelli del consorzio che non costerebbero nulla visto che sono pagati dal Commune che versa al consorzio 360 mila euro ogni mese mese per garantire il servizio. Non è uno spreco di denaro pubblico?”. “Per la Flaica Cub – conclude Docimo – è il momento di fare chiarezza”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico