Aversa

Piazza Municipio “assediata”: la denuncia dei residenti

 AVERSA. Degrado, caos, smog e rumore costante. Questo il quadro poco confortante che si può ammirare nella splendida Piazza Municipio, esattamente dalle ore 18 alle 22, sette giorni su sette, con punte di massima nei weekend.

Sembra, infatti, che il cuore storico della città normanna sia, in quelle ore, assediato da giovani e giovanissimi che scorazzano con scooter e minicar diventando un serio pericolo non solo per se stessi ma anche per chi transita in quell’area.

“Qui non si tratta solo di rumore, – ha dichiarato la signora Lucia, residente in Piazza Municipio – c’è un reale pericolo per noi anziani e per i bambini. La zona non è affatto vigilata. Mi creda, una vergogna. Il ‘branco’ diventa pericoloso soprattutto quando si massifica, e senza casco e senza vigilanza usano il monumento dei caduti come una sorta di palo attorno a cui girare. Senza dimenticare le volte in cui si lanciano tra di loro bottiglie ed altro oggetti, per non parlare delle volte che usano l’aiuola che attornia lo storica scultura commemorativa come orinatoio”.

Ed è infatti a questa specifica lamentela che fa riferimento la foto che pubblichiamo. Si vedono giovani che, indisturbati, scavalcano la piccola recinzione in ferro posta a corollario della statua dei Caduti e scorazzano tra il verde, disseminando lattine e spazzatura varia. Le lamentele dei residenti e dei fruitori abituali di Piazza Municipio si concentrano sulla mancanza assoluta di controlli.

Evidentemente, bisogna supporre che il nuovo servizio di videosorveglianza non funzioni bene, perché altrimenti non si riesce a comprendere come, ad oggi, non siano stati presi seri provvedimenti per evitare tali scempi. Basta sostare nel perimetro indicato per soli 30 minuti, per accorgersi delle innumerevoli infrazioni e atti di vandalismo che reiteratamente vengono posti in essere. Una pattuglia dei vigili urbani potrebbe essere un ottimo deterrente, nella speranza che questo appello venga colto con velocità.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico