Aversa

Pallavolo, arrivano 600mila euro per il glorioso “Capannone”

 AVERSA. L’ex glorioso “Capannone” tornerà ad essere utilizzato da decine e decine di giovani, come all’epoca in cui era conosciuto come il tempio del volley normanno.

La struttura, infatti, ha appena ottenuto dal Ministero degli Interni un finanziamento di 600 mila euro, somma che occorrerà per il risanamento ed adeguamento della struttura. Il progetto per il recupero del ‘tempio della pallavolo’ era già stato inserito nel parco progetti regionale nel circuito da progetti da finanziare. Il progetto per l’adeguamento del “Capannone”, il glorioso campo di volley che ha visto le compagini aversani disputare i campionati nella massima serie nazionale con l’epopea di Falchi e Cuel che si fusero nella Virtus Aversa.

Il vecchio campo, ubicato nel più ampio complesso dell’ex Consorzio Canapa, era stato oggetto di critiche durissime da parte dell’opposizione, come sottolinea il sindaco Domenico Ciaramella: “Ci avevano accusato di aver abbandonato la struttura con il fine ultimo di cederlo al privato proprietario degli altri immobili adiacenti. Una polemica che, oggi, con i fatti, dimostriamo quanto sia stata sterile. Abbiamo sempre ribadito la nostra volontà, ovvero quella di utilizzare la struttura che è considerata dagli appassionati del volley, un vero e proprio ‘luogo di culto’ ed oggi, con il finanziamento ottenuto ci apprestiamo a far diventare l’ex capannone una palestra di quartiere, così come da vincolo esistente nell’atto di cessione da parte della Regione Campania”.

“A costo zero per le casse comunali – ribadisce l’assessore ai lavori pubblici Rino Rotunno – con il finanziamento ministeriale abbiamo previsto il recupero del capannone con la realizzazione di bagni, spogliatoi ed una tribunetta. L’intera struttura sarà, poi, destinata per la formazione sportiva dei giovani che militano nelle tantissime squadre dilettantistiche cittadine”.

“Il finanziamento concessoci – ha detto il primo cittadino normanno – ci permetterà di rispolverare un pezzo di storia viva della memoria pallavolistica aversana, ma non solo. L’elargizione di questi fondi rappresenta in modo pragmatico la fattiva collaborazione, politica amministrativa ed istituzionale, che si è creata con il Sen. Pasquale Giuliano, che ha seguito a Roma l’iter per i finanziamenti previsti. Grazie a lui, infatti, la Città di Aversa ha un collegamento diretto con il Governo Berlusconi passando anche attraverso la Regione Campania”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche il senatore Pasquale Giuliano, che conferma: “Il rapporto tra la Città di Aversa, la Regione Campania ed il Governo Centrale è diretto e garantito dagli ottimi rapporti di collaborazione tra me ed il sindaco di Aversa. Adesso abbiamo fatto sì che il capoluogo normanno possa riportare agli antichi splendori il Capannone, che rappresenta un baluardo della storia sportiva e sociale cittadina e per la crescita dello sport. Non escludo che la nostra collaborazione possa portare in Città altri risultati altrettanto importanti per l’intera comunità”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico