Aversa

Liotto: “Vacanze? Basta sapersi organizzare”

la spiaggia di Baia DomiziaAVERSA. Abbiamo preso tutto?: “Le valigie, le taniche di vino, ‘o ruote e maccarune al forno, a parmmiggiana addò stà?”.“ Tu piglie ‘e braciole…che io piglio ‘o pane!”.

“Si ma è criature addò stanne?” – “Nun vire? Stanne adderete o portabagaglie…si spuoste ‘o ruote ‘e maccarune…può darsi..ch’ ‘e v’vire?”.

Tranquilli! Non stiamo in tempo di guerra, tantomeno, non dobbiamo partire per una meta lontana e stare fuori 30 giorni. La nostra meta è “Ischitella Beach”. Chi non si ricorda, quando negli anni settanta e ottanta ci si organizzava così per una gita al mare? Le vacanze incombono, siamo in piena crisi economica, l’euro ha messo in ginocchio tante famiglie e davvero si riesce a mala pena ad arrivare a fine mese. Quando si entrava in un super mercato con 100 mila lire ci volevano 3 carrelli e n’ù rimorchio.. per portarsi via tutto quello che si riusciva a comprare. Oggi con 100 euro (..per chi c’è l’hà!) bastano le esili braccine di un bimbo di 5 anni! (giustamente sé porte è pannuline suje primme che fernnescene è sord!). La calura, ogni giorno diventa sempre più forte.

Tante famiglie, devono per forza di cose organizzarsi. La tanto agognata vacanza per molti è una chimera. Ischitella, Pinetamare, Baia Domizia, queste le mete degli aversani e non solo.Nei week end sull’Asse Mediano alle 5 del mattino, di domenica si scappa dalla città e si corre verso queste località che hanno tanto da offrire. Stabilimenti balneari super attrezzati, spiagge libere, centri vacanza con acquascivoli e piscine ad onde. Tutto per offrire poche ore di svago a tante famiglie che cercano almeno nei lunghi giorni d’estate un’isola sulla quale rifugiarsi e lasciarsi alle spalle tanti problemi.

 Certo, a qualcuno vien da dire “Ma l’acqua del mare dalle nostre parti è sporca?”. Allora riflettete e pensate: Tutti quelli che vanno sulla riviera Adriatica tanto osannata e pubblicizzata non trovano la stessa acqua? Ovviamente non vogliamo assolutamente screditare nessuna località balneare. Ma se pensiamo al nostro litorale, alla macchia mediterranea di qui è circondato con ampie pinete, alle tante strutture ricettive, che nulla hanno da invidiare ad altre località d’Italia. E cosa non meno importante ai prezzi contenuti, per affittare un ombrellone e uno stradio, allora possiamo senz’altro affermare: che la nostra vacanza “mordi e fuggi” la possiamo benissimo trascorrere nel nostro territorio. I meno fortunati (e parliamo di chi fa i salti mortali per arrivare a fine mese ma anche di chi problemi non ha) potranno godere del nostro mare, del nostro sole, e delle tante località turistiche a meno di 40 chilometri.

Fare oltre ai bagni (e non solo di sudore per arrivare in spiaggia) anche picnic e riscoprire i nostri boschi, i nostri laghi (la provincia di Caserta ne è piena), organizzando gite fuori porta con tanti amici e parenti e nella spensieratezza trascorrere bei momenti, spendendo poco e godendo della magnifica natura paesaggistica vanto della provincia di Caserta.Certamente gli aversani al rientro dal mare la sera saranno anche avvantaggiati, visto che la città di Aversa, ricca di storia e di monumenti,è anche ricca di locali, pizzerie. Ristoranti, gelaterie, nelle quali potersi rifugiare la sera.

Oltre a questo, girare per le strade della città di sera e godersi un buon gelato con gli amici ci può sollevare dal fatto, che la tanto agognata vacanza per quest’anno è saltata, ma almeno in compenso anche se restiamo qua c’è tanto da fare, da visitare e perché no..facendo anche attenzione al portafoglio.

“Preparate le macchine, tirate fuori i portapacchi..e si pure p’è n’à jurnnate…godimmece pure nuje l’estate”. Buone vacanze a tutti e, come si usa dire, con il massimo dell’ottimismo: “Addà passà a nuttate!”.

di Donato Liotto (presidente associazione “New Dreams”)

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico