Maddaloni - Valle di Maddaloni

Interporto, Santangelo chiede Consiglio ad hoc

Vincenzo Santangelo MADDALONI. “Saluto con favore l’iniziativa della prefettura di riunire un tavolo istituzionale per andare ad affrontare le problematiche delle grandi infrastrutture e, quindi, dell’interporto”.

E’ il capogruppo dell’Udeur al Comune di Maddaloni Vincenzo Santangelo a rilanciare il problema dello scalo. “Purtroppo, sino a questo momento, non abbiamo ancora capito quale ruolo si voglia ritagliare il Comune di Maddaloni in questa delicata partita per lo sviluppo della nostra città e dell’intera provincia – ha detto – non c’è una atto di indirizzo da parte della giunta per cercare di far decollare l’opera. Il compito di un’amministrazione importante come quella di Maddaloni, deve essere quello di guida in una partita così delicata. Accettare passivamente quello che succede attorno, significa rinunciare a quella funzione di governo che ci hanno dato i cittadini. Lo scontro perenne tra Regione Campania e parte privata, non rende semplice questa operazione, ma il compito di un’amministrazione comunale, deve essere quello almeno di provarci”.

Santangelo chiede al sindaco Cerreto di convocare un consiglio comunale ad hoc sull’argomento in modo da rendere più forte e autorevole la posizione del Comune di Maddaloni sia rispetto alla Regione Campania che rispetto ai privati. “Il sindaco formuli una proposta, e lo faccia in tempi rapidi, approfittando anche della grande attenzione che il prefetto ha in questo momento per le grandi infrastrutture – ha detto – la porti poi all’attenzione del consiglio comunale, in modo, se dovesse essere necessario, di emendarla e da renderla, comunque, più autorevole con l’obiettivo di dare stabilità a quelle persone che lavorano in questo momento nell’infrastruttura e, soprattutto, con lo scopo di gettare le basi per la creazione di nuovi posti di lavoro”.

Proprio da questo versante, Santangelo invoca ancora il ruolo propositivo del Comune. “Cerreto potrebbe farsi promotore di un tavolo con la Camera di commercio e con l’Unione degli industriali – ha detto – per creare dei corsi di formazione in materia di logistica e di intermodalità, in modo da preparare, a tutti i livelli, i giovani di Maddaloni a lavorare all’interno dell’interporto”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico