Italia

Zapatero “piantato in asso” da Berlusconi

Zapatero ROMA. Lo elogia davanti ai giornalisti, rimarcandone l'”autorevolezza” nei Consigli europei e il “coraggio” per le misure anticrisi.

Poi lo ascolta duranteil suo intervento, annuendo a più riprese. Ma poi, al momento delle domande da parte dei cronisti nella conferenza a Palazzo Chigi, Silvio Berlusconi ‘rompe’ il protocollo e ‘consegna’ il premier spagnolo José Luis Rodriguez Zapatero ai giornalisti, lasciandolo da solo sul podio della Sala delle Galere di Palazzo Chigi.

“Lascio l’amico José Luis alle domande dei giornalisti sulla sua visita dal Papa – è il congedo del Cavaliere – e lo saluto come si saluta un santo, perché avendo avuto la benedizione del Santo Padre è in una situazione di grazia…”. Detto questo, Berlusconi scende dal palchetto e Zapatero resta per un attimo sorpreso, rimanendo al suo posto e guardando verso il collega italiano che si allontana. E’ solo un attimo: l’inquilino della Moncloa sorride e dopo un veloce cambio di scenografia (la bandiera italiana viene tolta, lasciando alle spalle di Zapatero solo quella spagnola) si concede alle domande della stampa sulla sua visita in Vaticano.

PALAZZO CHIGI: “UN MALINTESO”. Il piccolo ‘incidente’, secondo fonti di Palazzo, sarebbe dovuto ad un malinteso. Il cerimoniale aveva previsto due domande ai premier dopo le dichiarazioni. Esaurite le risposte, Berlusconi e Zapatero sarebbero dovuti uscire assieme dalla sala. Solamente in un secondo momento il primo ministro spagnolo sarebbe dovuto rientrare per rispondere alle domande spagnole sulla sua visita alla Santa Sede, con alle spalle una scenografia diversa rispetto a quella predisposta per la conferenza stampa con Berlusconi. Così però non è andata, e il piccolo momento di imbarazzo ha sorpreso anche la regia del collegamento a circuito chiuso di Palazzo Chigi. Ai giornalisti che dagli schermi della sala stampa al pianterreno del Palazzo seguivano la conferenza, per qualche secondo sono mancate le immagini.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico