Italia

Afghanistan, cade da un blindato: muore militare italiano

Francesco Saverio PositanoHERAT. Un soldato italiano,il caporale scelto Francesco Saverio Positano, 29 anni, originario di Foggia,è morto in un incidente avvenuto in Afghanistan.

Il militare sarebbe caduto accidentalmente da un mezzo blindato durante una sosta lungo la strada tra Shindad ed Herat.

Secondo quanto si apprende, Positano faceva parte di una colonna costituita da due mezzi “Lince” e da due mezzi blindati speciali di tipo “Cougar” e “Buffalo”. La colonna era ferma per verificare un tratto di strada fra Shindand e Herat. Durante la sosta, il soldato avrebbe perso l’equilibrio e sarebbe caduto, riportando un trauma cranico. Subito soccorso dagli altri componenti della pattuglia e da un’equipe medica giunta pochi minuti dopo sul posto, il militare – apparso fin dai primi istanti in gravissime condizioni – è stato trasportato in elicottero presso l’ospedale da campo statunitense di Shindand, dove è morto poco dopo, nonostante i tentativi di rianimazione.

Nato a Foggia nel 1981, Positano era sposato e viveva a Pianezza, in provincia di Torino. Si era arruolato nel 1998, prestava servizio nel 32.Esimo reggimento Genio della Brigata Alpina Taurinense con l’incarico di guastatore. Era arrivato in Afghanistan il 19 marzo scorso. Aveva all’attivo sette missioni all’estero.

Alla notizia dell’incidente, nell’Aula di Montecitorio è stato osservato un minuto di silenzio. In una nota diffusa dal Quirinale, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha espresso “profonda commozione” per la scomparsa del militare.Alla moglie del militare, il ministro della Difesa Ignazio La Russa ha inviato un telegramma di cordoglio in cui sottolinea che ”il suo Francesco Saverio, generosamente impegnato in una missione di grande valore umanitario, rimarra’ per sempre nel ricordo di chi crede nella pace e nella solidarietà fra i popoli”. Il ministro per i rapporti con le Regioni, Raffaele Fitto, in una nota, esprime “alla moglie e a tutti i familiari del caporale Positano, oltre che le mie più sentite condoglianze, anche la più affettuosa solidarietà e la gratitudine che tutti dobbiamo a quanti pagano un prezzo altissimo al dovere di una missione di pace”. “Non sono pochi – sottolinea Fitto – i militari pugliesi rimasti vittime nel corso delle missioni sui più difficili teatri di crisi del pianeta. In questa triste occasione, li ricordiamo tutti con un pensiero particolare alle loro famiglie”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico