Home

Germania a valanga sull’Australia. Esordio vincente per Ghana e Slovenia

KloseEsordisce nel migliore dei modi La Germaniache travolge l’Australiacon quattro gol a zero. Arriva la prima vittoria africana al mondiale grazie al Ghana che batte 1 a 0 la Serbia.

Decisivo il rigore segnato da Asamoah Gyan al 40′ della ripresa. Sorride anche la Slovenia, che contro l’Algeria coglie un successo storico: il primo in un mondiale.

GERMANIA-AUSTRALIA. La Germania dopo le non esaltanti partite delle altre pretendenti al titolo finora scese in campo (Francia, Inghilterra e Argentina) ci tiene a far sapere che prima di alzare la coppa l’11 luglio si dovranno fare i conti con lei. I gol “tedeschi tedeschi” sono solo uno su quattro: il terzo (68′) del giovane Thomas Müller. I primi due sono stati realizzati dalla premiata coppia d’attacco “polacca” Podolski (al 9′) e Klose (27′). Il poker viene servito al 71′ dal “brasiliano” Cacau. In mezzo tantissima Germania e quasi niente Australia, che inoltre ha terminato in dieci per l’espulsione al 56′ di Cahill. L’arbitro messicano Rodriguez sul 2-0 non ha concesso un chiaro rigore agli australiani per un mani in area tedesca.

GHANA-SERBIA. Ci si aspettava di più, dalla sfida tra Ghana e Serbia. Alla fine è stata invece una partita abbastanza deludente, che si è infiammata soltanto nei minuti finali. Al 74′ cartellino rosso sventolato dall’arbitro Baldassi a Lukovic, che paradossalmente ha svegliato i serbi. Nel momento migliore di Stankovic e compagni, è arrivato però l’assurdo fallo di mano in area dell’ex fiorentino Kuzmanovic. Dal dischetto, Gyan non ha sbagliato. I ghanesi hanno poi legittimato il successo cogliendo anche un palo, sempre con Gyan. Tra i serbi, piuttosto opaca la prestazione di Krasic, oggetto dei desideri della Juventus (e forse dell’Inter). Il giocatore del Cska Mosca ha fallito anche una ghiotta occasione da gol. “Questa non è soltanto la vittoria del Ghana – esulta Gyan a fine partita – ma di tutta l’Africa. Abbiamo dominato il match e siamo stati tatticamente perfetti. Il gol? Non potevo chiedere di più. Ringrazio Dio per questa vittoria importante – conclude -, adesso il morale è alto”. Se il Ghana potrà sfruttare questa vittoria per affrontare con maggiore serenità l’Australia, la Serbia esce fortemente ridimensionata da questo esordio. A questo punto per gli uomini di Antic il prossimo match contro la Germania sarà già da dentro o fuori.

SLOVENIA-ALGERIA. La Slovenia fa la storia. La squadra di Kek batte 1 a 0 l’Algeria al termine di una partita con poche emozioni centrando però la prima vittoria al mondiale (nella sua prima partecipazione, nel 2002, aveva incassato tre sconfitte). Non solo: alla luce del pareggio tra Inghilterra e Stati Uniti (1-1), la Slovenia balza in testa al gruppo C. Un successo, quello sloveno, facilitato da un doppio regalo degli africani. La rete decisiva del capitano Koren arriva infatti al 79′ grazie a una papera clamorosa del portiere Chaouchi (che ricorda un po’ quella del britannico Green). Ci ha messo del suo anche il senese Ghezzal, partito dalla panchina, entrato a inizio ripresa e rimasto in campo un quarto d’ora, il tempo di rimediare due gialli e lasciare i suoi in dieci. “Penso che abbiamo giocato meglio dell’Algeria, abbiamo segnato un gol e questo è quello che conta nel calcio” commenta a fine partita il ct sloveno Kek. “Potevamo fare meglio – ammette – ma abbiamo voluto fortemente questo successo. In panchina abbiamo sofferto ma questi tre punti non ci cambiano la vita: ora vogliamo solo festeggiare, poi penseremo alla partita contro gli Stati Uniti”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico