Gricignano

Puc, Froncillo: “Su di me solo offese gratuite e falsità”

Carmine FroncilloGRICIGNANO. “Sono veramente sconcertato e preoccupato per il futuro del paese”. Così il dottor Carmine Froncillo, capogruppo del Pd, esordisce nel replicare alle accuse mosse dai consiglieri di opposizione nei suoi confronti.

“E’ ormai risaputo – dice il medico gricignanese – che i concetti di etica e di politica sono divenuti qualcosa di etereo un po’ ovunque, ma nel nostro paese abbiamo raggiunto un tale livello di degrado che il confronto e il dibattito politico ormai sono limitati alle offese personali. Lo dimostra il modo ignobile e viscido di fare politica di ‘alcuni’ componenti dell’opposizione che, invece di spremersi le meningi per cercare di partorire idee e progettualità politiche per intraprendere nuovi percorsi e creare scenari positivi per il futuro di Gricignano, lanciano offese gratuite, sterili e, cosa molto più grave, false”.

Il riferimento di Froncillo è legato all’ultima seduta del Consiglio comunale, con all’ordine del giorno le linee guida del Puc. Froncillo, secondo l’opposizione, prima si sarebbe dichiarato disponibile ad accettare un rinvio dell’argomento, richiesto dalla stessa opposizione, per poi votare contro insieme al resto della maggioranza. “Non è vero”, tuona Froncillo. “Durante la seduta consiliare – spiega – non ho parlato di rinvio ma ho dichiarato la disponibilità, anche a nome dei colleghi di maggioranza, ad assorbire proposte ed idee dell’opposizione, al fine di consegnare nelle mani dell’urbanista incaricato delle linee condivise e compartecipate”. Per Froncillo si tratta di “attacchi machiavellici elaborati da alcuni compagni di merenda, al solo scopo di guadagnarsi un po’ di credibilità e spazio elettorale per le prossime elezioni. Se questo è il ‘materiale’ di cui dispone la comunità, allora c’è seriamente da preoccuparsi per il futuro e la governabilità del paese”.

Il capogruppo poi cita l’imperatore romano Caligola che nominò senatore il suo cavallo “Incitatus”. “Devo convenire – dice Froncillo – che non è l’unico esempio della storia. Anche a Gricignano è stato eletto a sedere nei banchi del Consiglio un ‘Onagro’ (asino selvatico asiatico, ndr.) che, ormai da più di 30 anni, scalcita e raglia, senza mai concludere niente per il bene del paese. Non è in grado di comprendere un discorso, il poveretto capisce solo cenni e comandi. E gli altri consiglieri, invece di strigliarlo, gli portano la paglia”. “Basta, – conclude Froncillo – i cittadini vogliono gente serie, preparata, piena di idee, che lavora e si impegna per risolvere i problemi della comunità”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico