Esteri

Pedofilia, stampa tedesca accusa ex vescovo di Augusta

Walter Mixa BERLINO. Un dossier segreto della Chiesa cattolica accusa l’ex vescovo di Augusta Walter Mixa di alcolismo e di violenze sessuali su giovani preti.

Lo scrive oggi il quotidiano Sueddeutsche Zeitung, secondo cui il Papa era al corrente di questo documento quando – lo scorso maggio – ha accettato le dimissioni del porporato. Nel dossier, testimoni descrivono Mixa come un “uomo con forti problemi di alcolismo”, che beveva durante tutta la giornata.

Altri testimoni hanno parlato di abusi sessuali nei confronti di giovani preti quando era parroco, secondo quanto scrive un altro quotidiano, il Frankfurter Allgemeine Zeitung (Faz).

Mixa, già sospettato di malversazione e maltrattamenti, era stato dimissionato dal papa anche a causa di un sospetto caso di abusi su cui aveva aperto un’inchiesta la Procura bavarese di Ingolstadt. La procura aveva poi fermato le indagini per mancanza di prove e la settimana scorsa Mixa aveva annunciato che avrebbe fatto ricorso al Vaticano per ottenere una riabilitazione, convinto di essere vittima di un complotto.

Da parte sua, padre Federico Lombardi, direttore della sala stampa della Santa Sede, aveva reso noto che Benedetto XVI “riceverà nelle prossime settimane l’ex vescovo tedesco di Augusta, Walter Mixa, ma non è prevedibile che venga rimessa in discussione l’accettazione delle sue dimissioni, pubblicata l’8 maggio scorso”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico