Caserta

Le tv della Russia e del Giappone arrivano a Caserta

 CASERTA. La provincia di Caserta e le principali località turistiche della Campania sono i territori protagonisti di due nuove produzioni televisive internazionali.

Su iniziativa dell’Ente Provinciale per il Turismo di Caserta, la seconda rete di Stato russa e una delle più importanti televisioni giapponesi, la Bs Asahi (23 milioni di telespettatori in media), realizzeranno due documentari che saranno mandati in onda in autunno. Ieri pomeriggio è arrivato a Caserta il regista e produttore della tv russa, Nikolay Tabashnikov, accolto nella Reggia vanvitelliana dal direttore dell’Ept, Nicola Cardano. Il professionista sarà impegnato in una serie di sopralluoghi per le riprese, previste a luglio, e resterà quattro giorni in Campania, per visitare anche i siti di produzione dei prodotti di eccellenza dell’enogastronomia regionale, dalla mozzarella di bufala ai vini.

Martedì prossimo, 8 giugno, è previsto invece l’arrivo della troupe giapponese, guidata dal produttore Kurauchi Nobuyuki, con il regista e la coordinatrice Mie Ishii. L’obiettivo della Bs Asahi è di realizzare un documentario diviso in quattro puntate in vista delle celebrazioni per i 150 anni dell’unità d’Italia, concentrandosi in particolare sul patrimonio storico e culturale campano. La data prevista per la messa in onda della trasmissione è il prossimo mese di settembre. L’Ept di Caserta è il promotore delle iniziative e fornisce il supporto organizzativo, mentre i costi di produzione e realizzazione sono interamente a carico delle due televisioni, senza alcun aggravio di spese per l’Ente.

“Il nostro Ente – spiega il presidente, Enzo Iodice – ha rappresentato la Campania in due fiere internazionali a Tokyo e a Mosca. Lì siamo riusciti ad allacciare fruttuosi rapporti di collaborazione soprattutto con le emittenti televisive, per promuovere il nostro territorio in Russia e Giappone, che sono indicati dalla Regione Campania come mercati di riferimento turistico particolarmente interessanti. I due progetti in cantiere – aggiunge Iodice – sono il frutto di una lunga operazione di marketing territoriale, che stiamo portando avanti in collaborazione con la Regione e con le altre istituzioni campane. Tutti abbiamo un unico obiettivo: far diventare il nostro territorio la prima meta turistica per due Paesi così importanti sullo scacchiere del turismo internazionale”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico