Napoli Prov.

“No ad una Mugnano violenta”, aperti nuovi giardini pubblici

 MUGNANO (Napoli). “Non permetteremo a nessuno di trasformarci in una periferia violenta, Mugnano è un bel paese e deve continuare ad esserlo”.

Non usa mezzi termini Giovanni Porcelli durante l’inaugurazione dei nuovi giardini pubblici di Via San Lorenzo. L’apertura del nuovo spazio verde è stata l’occasione per ribadire la “Tolleranza Zero” dell’Amministrazione nei confronti dei vandali e della delinquenza.

“Ho chiesto al Prefetto un incontro urgente per avere più uomini e volanti sul territorio, i nostri cittadini devono essere tutelati e le mele marce emarginate, devono capire che qui certi atteggiamenti non sono graditi. – ha continuato il sindaco – Dobbiamo ritornare ad essere orgogliosi della nostra città e questi giardini sono un ottimo motivo per esserlo”.

La struttura aperta per la prima volta domenica mattina è dotata di un sistema di video sorveglianza e sarà affidata alle Guardie Ambientali che controlleranno quotidianamente le attrezzature. Sulla stessa linea il vicesindaco Ezio Micillo: “Oggigarantire una corretta manutenzione delle opere pubbliche è importante quanto costruirle, il prossimo obiettivo è quello di recuperare anche la villa di Via Di Vittorio”.

clicca per ingrandire

Soddisfatto anche il presidente della Provincia Luigi Cesaro che, tagliando il nastro, ha ribadito il suo impegno: “Per costruire sempre più aree destinate al verde pubblico”.

I giardini saranno protagonisti nelle prossime settimane di attività rivolte all’infanzia: l’Amministrazione Porcelli ha in programma una serie di eventi da organizzare all’interno della struttura di Via San Lorenzo e primo fra questi un calendario di spettacoli da proporre proprio nel periodo estivo per allietare le vacanze dei tanti che non possono permettersi una casa al mare o in montagna.

Al termine della manifestazione il primo cittadino ha ringraziato pubblicamente l’ex sindaco Palumbo per il lavoro svolto.

Prossimamente i video della manifestazione

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico