Aversa

Randagismo, scontro tra gli animalisti aversani

Emma GattoAVERSA. E’ scontro tra gli animalisti aversani sugli effetti della decisione dell’Azienda sanitaria che a seguito dell’assegnazione di nuovi carichi di lavoro ai veterinari, legati al controllo della salute dei cosiddetti animali da reddito, …

… come le 12mila bufale presenti sul territorio, avrebbe scelto di ridurre le attività connesse al controllo del randagismo a partire dalla sterilizzazione, limitata a soli due giorni alla settimana, il martedì e giovedì.

Per il Movimento Animalista è una decisione che “segna la fine della lotta al randagismo per la Città di Aversa e per i 20 Comuni che afferiscono al suo distretto”. “Perché – chiariscono in un comunicato – solo dopo aver data risposta alle esigenza di controllo degli animali utilizzati nelle attività produttive, sarà dato spazio alla prevenzione del randagismo e al controllo della popolazione canina e felina”. “Due giorni a settimana per sterilizzare cani randagi e gatti liberi, suddivisi tra le associazioni presenti sul territorio e i singoli volontari autorizzati dai sindaci, significherà – affermano dal Movimento Animalista – sterilizzare, se tutto va bene, 2 o 3 cani/gatti ogni quindici giorni”. Poco, troppo poco per combattere efficacemente un fenomeno qual è il randagismo, che in estate cresce in maniera notevole per la cattiva abitudine dell’abbandono.

Per Emma Gatto, rappresentante cittadina della Lega Nazionale per la Difesa del Cane si tratta invece di “allarmismo ingiustificato e di una forte propensione a guardare la parte mezza vuota del bicchiere quando l’altra è più che piena”. “I giorni fissati per le sterilizzazioni dei cani liberi – replica Gatto al Movimento Animalista – sono stati sempre il martedi e giovedi”. “Inoltre – continua Gatto – nonostante da circa un mese, siano state date nuove disposizioni dipartimentali, assegnando ai veterinari dell’azienda nuovi incarichi e competenze territoriali piuttosto gravose, il loro impegno nei giorni fissati è sempre stato pienamente rispettato e all’altezza”. “Comunque, prevedendo un rallentamento del ritmo, ho ritenuto giusto aggiornare l’altra Istituzione che ha competenze in materia di randagismo, ossia il delegato al randagismo, nominato dal sindaco di Aversa” aggiunge l’esponente della Lega, che conclude con una simbolica tirata d’orecchie ai colleghi del Movimento Animalista invitandoli ad una piccola riflessione: “Non creare confusioni ed essere di maggiore supporto all’interesse e alle attività degli Enti istituzionali, cosa che non sarebbe accaduta avendo inoltrato la loro immotivata protesta a tutta una serie di Istituzioni che nulla hanno a che fare con il presunto problema”.

Articoli correlati

Asl riduce lotta al randagismo, protesta del Movimento Animalista di Redazione del 14/06/2010

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico