San Marcellino

Rifiuti, Colombiano: “Automezzi senza gasolio”

Anacleto ColombianoSAN MARCELLINO. “E’ a dir poco preoccupante la situazione dei rifiuti a San Marcellino la raccolta giornaliera dei rifiuti va molto a rilento perché l’amministrazione non ha i soldi per mettere il gasolio negli automezzi”.

Lo afferma il neo capogruppo della minoranza Anacleto Colombiano. Ciò non lo dico io per partito preso ma è la testimonianza degli operatori ecologici che, avvicinati per chiedere spiegazioni del perché i rifiuti sono a terra ogni giorno, si giustificano in questo modo. Questa cosa è davvero poco seria in quanto i mezzi in circolazione sono stati comprati, a suon di migliaia di euro, contro anche il parere della minoranza, e non circolano regolarmente perché non c’è il gasolio per farli circolare in paese. Ma in che paese viviamo? Una cosa del genere non si era mai vista prima. Per non tralasciare lo stato di abbandono in cui versa la tanto pubblicizzata isola ecologica, che resta ad oggi chiusa e nella quale, dalla sua pseudo apertura, sono stati sversati rifiuti di ogni genere. Per ricordare anche che detta isola non ha avuto mai un collaudo serio da parte dell’autorità competente. Lì vi si incendiano materiali di ogni genere, invece di accogliere gli ingombranti, e qualche giorno fa nei pressi dell’isola ecologica è stato anche sequestrato da parte dei carabinieri un camion che trasportava materiale nocivo alla salute dei cittadini. Cosa dire della raccolta differenziata? Un altra faccenda negativa per la popolazione di San Marcellino e non si riesce a raggiungere neanche il 5 % di rifiuti differenziati. Ma la colpa di chi è? Quali provvedimenti si stanno prendendo? Decine e decine di persone mi assalgono ogni giorno per chiedere notizie in merito alla mancanza raccolta dei rifiuti, ma oltre a fare le opportune segnalazioni e rimostranze non posso fare altro. A giorni chiederò un colloquio con il sindaco per vedere come sta realmente la situazione, se è così stiamo proprio marciando con i piedi sbagliati, e dobbiamo salvaguardare la salute dei cittadini, non ci sono deroghe in proposito. Inizieremo a fare sul serio, sia per quanto concerne proposte di collaborazione, sia quello di mettere a nudo le cose che non vanno nel nostro paese, il tempo a disposizione per migliorare le cose sta scadendo inesorabilmente. Il periodo della crisi regionale del ciclo integrato dei rifiuti, fortunatamente, è alle spalle da qualche anno, e in linea generale lo smaltimento dei rifiuti in altri paesi prosegue normalmente, e non vi sono scuse da cavalcare. Da noi perché succedono queste cose, ancora?”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico