Orta di Atella

Licenze edilizie in località Viggiano, interviene Sorvillo

 ORTA DI ATELLA. Il geometra Salvatore Sorvillo, tecnico e cittadino di Orta interviene sulla questione urbanistica.

In primis sulla vicenda degli annullamenti, da parte del Tar, dei permessi a costruire in località Viggiano. “Alcuni lasciano credere che il Tar abbia dato ragione ai commissari prefettizi e che gli annullamenti emessi in autotutela siano validi. Orbene, poiché lo scrivente è tecnico fiduciario di nove titolari di Permessi a costruire ed è in stretto contatto con gli altri tecnici e legali delle parti, al momento non sembra che nessuno abbia affrontato il processo amministrativo per la questione di legittimità del titolo abilitativo. In parole povere, non vi è stata al momento alcuna causa in giudizio di merito, dunque i ricorsi sono ancora in discussione. Si sta procedendo a depositare istanza per il rinvio dei procedimenti alla luce del cosiddetto “decreto antiruspe””.

Per quanto riguarda i controlli da parte delle autorità comunali, Sorvillo sottolinea: “Basta andare in segreteria comunale e riscontrare se negli anni addietro siano state emesse ordinanze e siano stati fatti sopralluoghi edilizi. In ogni caso eventuali negligenze od omissioni, se riscontrate, dovevano essere segnalate a chi di dovere durante la gestione commissariale. Certamente, invece, dovremmo porci l’interrogativo sull’operato di questi ultimi due anni con sequestri a macchia di leopardo, senza una logica comune, nonché agli atti prodotti, basti pensare che le delibere di consiglio comunale che variavano gli indici di Prg non sono state messe in discussione e non è stato prodotto alcun atto per la loro revoca, ed alcuni procedimenti di annullamento in autotutela sono stati avviati con la sola presunzione di reato, lasciando all’amministrazione appena eletta il fardello di gestirli”.

“Il mio interrogativo sorge spontaneo. – continua Sorvillo – Alla luce di tanti annullamenti e chiare affermazioni di edilizia selvaggia, perche i commissari non hanno provveduto ad emettere provvedimento di annullamento del titolo abilitativo dell’Eurocompost, o per lo meno di metterlo in discussione? Perche invece di attaccare l’attuale consiglio comunale con la maggioranza coesa più che mai ed un’opposizione cristallina e molto efficiente, qualcuno, e mi riferisco soprattutto agli organi di stampa, non lascia lavorare in pace i politici locali? Credo che attualmente sia maggioranza che opposizione hanno prodotto elementi politici validi per la conduzione di questo territorio”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico