Orta di Atella

L’assessore Di Giorgio fa visita al canile di Caivano

Alfonso Di GiorgioORTA DI ATELLA. L’assessore comunale all’Ambiente, Alfonso Di Giorgio, ha fatto visita al canile di Caivano, che è convenzionato col Comune di Orta di Atella.

La struttura del Comune napoletano attualmente ospita 43 cani ortesi e l’obiettivo della visita di Di Giorgio è stato quello di verificarne le condizioni di salute. Ad accompagnare l’esponente dell’esecutivo cittadino guidato dal sindaco Angelo Brancaccio, due agenti del corpo di Polizia Municipale e un responsabile dell’ufficio ambiente dell’ente di viale Petrarca.

“Nella nostra comunità è alta la sensibilità animalistica. – ha spiegato Di Giorgio – L’obiettivo della nostra visita è stato quello di verificare le condizioni dei nostri cani ivi ospitati e l’idoneità degli impianti. Con onestà debbo rimarcare che sono rimasto sorpreso positivamente anche dalla struttura che è risultata essere rispondente ai migliori standards igienico-sanitari-organizzativi. Gli animali, inoltre, sono apparsi ben nutriti e senza alcun segno di maltrattamento o di sofferenza, e questo è un ulteriore dato che ci fa enormemente piacere”.

L’iniziativa non è stata fine a se stessa, ma si è inserita nel programma degli interventi che l’amministrazione comunale ha in serbo per Fido. Infatti, tra gli obiettivi di Di Giorgio c’è lo statuto degli animali per regolamentare la materia e risolvere le eventuali problematiche. Anche i controlli continueranno ad essere rigidi e Di Giorgio ha assicurato che sarà impresso un giro di vite sull’argomento per avviare la campagna “tolleranza zero” finalizzata a prevenire fenomeni di abbandono o maltrattamenti. “E’ mia intenzione avviare una massiccia campagna di prevenzione, informazione, educazione e repressione. Andiamo incontro all’estate e il nostro imperativo è quello di combattere il triste fenomeno dell’abbandono che viene ad accentuarsi soprattutto con l’avvicinarsi della bella stagione”. Dopo l’operatività di tali misure non saranno più tollerati comportamenti inurbani da parte dei proprietari e per stroncare il malcostume saranno adottate ordinanze più severe.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico