Italia

Primo Maggio contro la mafia e il razzismo

Raffaele Bonanni, Luigi Angeletti, Guglielmo EpifaniROMA. Roma e Rosarno saranno i due scenari principali del Primo Maggio di quest’anno.

Nella città calabrese, salita alle cronache per gli scontri tra immigrati e popolazione locale, si svolgeil corteo principale coni segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Guglielmo Epifani, Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti.

Non è la prima volta che il momento clou delle celebrazionisindacali si svolge in Calabria. Era già successo nel 2006, quando il corteo ed il comizio si tennero a Locri, a sei mesi dall’omicidio del vicepresidente del consiglio regionale Francesco Fortugno.

All’avvio del corteo – a cui hasnno partcipato circa 15 mila persone ma pochi immigrati, segno che la paura, dopo le tensioni di inizio anno, è ancora forte – il segretario della Cgil Epifani, secondo il quale nei prossimi anni si prospetta una ripresa “senza occupazione”, ha chiesto al governo un piano straordinario per il lavoro.

Per il leader cigiellino c’è la necessità di “politiche che sostengano lo sviluppo e la ripresa e soprattutto un piano per il lavoro”. Un appello che si fa ancora più pressante dopo la diffusione dei dati Istat che parlano di una crescita della disoccupazione all’8,8% e di una perdita di 367mila posti di lavoro in un anno. Epifani ha poi spiegato che Rosarno “é diventata simbolo di tante cose, dai problemi del lavoro a quelli dell’integrazione, dai diritti di chi lavora alla criminalità organizzata e lo sfruttamento del lavoro”. Ma ha sottolineato: “In Italia abbiamo tante Rosarno non solo al Sud ma anche in tanti centri del Nord”.

A Roma l’evento clou sarà come ogni anno il concerto da piazza San Giovanni, che prende il via alle 15.15 con l’anteprima condotta da Paolo Belli. Ad aprire le danze saranno i vincitori del concorso “Primo Maggio Tutto l’Anno”. La conduzione passerà poi a Sabrina Impaccaiatore, la prima volta che viene affidata interamente ad una donna. E’ prevista però anche la partecipazione di Massimo Ranieri che interpreterà la poesia di Eduardo De Filippo “‘E pparole”, a cui si ispira il tema artistico dell’edizione 2010 del Concerto, ovvero “Il colore delle parole”. Tra gli artistiche si alterneranno sul palco, Carmen Consoli, Edoardo Bennato, Simone Cristicchi, Paolo Nutini, Vinicio Capossela e i Baustelle, oltre a molti gruppi e interpreti emergenti. L’evento sarà trasmesso in diretta televisiva da Rai Tre dall’inizio e fino alle 23.10, interrotto solo dall’edizione del Tg3 delle 19. Il collegamento con la piazza riprenderà poi in differita alle 23.35 per concludersi dopo la mezzanotte. La diretta radiofonica del concerto sarà affidata anche quest’anno a Radio2.

Anche a Milano i sindacati, con il comune e la provincia, promuovono un momento di festa in musica. La location è la palazzina Liberty di Largo Marinai d’Italia dove, a partire dalle 14, oltre all’esibizione di gruppi rock, pop, new wawe e reggae sono previsti laboratori e spettacoli per i bambini e un mercatino con prodotti delle associazioni di volontariato. Ma in mattinata sono previsti due diversi cortei: quello dei confederali e quello di “San Precario”, ovvero centri sociali e sindacati di base, che ripropone la Mayday Parade. Il corteo “istituzionale” parte alle 9,30 dai Bastioni di Porta Venezia e si concluderà in piazza Duomo dove ci saranno i comizi dei segretari milanesi dei tre principali sindacati. La Mayday Parade parte invece alle 15 in piazza XXIV Maggio per concludersi in piazza Castello.

A Napoli l’appuntamento è in piazza Dante, alle 18, dove è previsto il comizio del segretario generale della Uil partenopea, Anna Rea. Seguirà uno spettacolo musicale che vedrà alternarsi sul palco Sal Da Vinci, gli Audio 2, Francesco Baccini, Luca Sepe. Iniziative anche in molte altre città d’Italia.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico