Italia

Positano, americana annega in mare dopo aver salvato il figlio

 SALERNO. Riesce a mettere in salvo il figlio di 12 anni finito in mare, ma viene travolta dalle onde e muore annegata.

E’ accaduto la notte scorsa a Positano. La vittima è una donnadi origini statunitensi.Ann Sharrie, di 49 anni, che stava trascorrendo con la famiglia ed alcuni amici un periodo di vacanza. La tragedia è avvenuta intorno all’una della notte scorsa.

Da quanto si è appreso, la donna con il figlio ed alcuni amici americani, si trovava sulla spiaggia della località della costa d’Amalfi. Le condizioni del mare erano pessime ed un’onda ha travolto e trascinato in mare il ragazzo. La madre si è immediatamente tuffata riuscendo ad afferrare il figlio, trascinato sulla spiaggia da alcune persone che si erano anche loro prodigate per mettere in salvo il dodicenne. Per la 48enne invece non c’é stato nulla da fare. La donna è stata trascinata dalla corrente ed è annegata.

Il dodicenne è stato portato da un’ambulanza del servizio 118 al presidio ospedaliero di Castiglione di Ravello, dove i sanitari lo hanno giudicato fuori pericolo. Sulla tragedia indagano i carabinieri della compagnia di Amalfi. La Croce Rossa del posto ha dato la disponibilità ad assistere i familiari della vittima.

VIDEO DELLA TRAGEDIA. Sharrie, statunitense, ma residente a Napoli, era sposata con un ingegnere aeronautico anch’egli americano. La tragedia è avvenuta la scorsa notte. Era da poco trascorsa la mezzanotte, la donna assieme al figlio e ad un’amica era sul molo ad osservare il mare in tempesta. In un video amatoriale, girato molto probabilmente con un telefono cellulare, si vedono chiaramente gli ultimi istanti prima della tragedia. Sulla banchina ci sono tre persone, la 49enne, il figlio e l’amica. Sono in piedi e guardano il mare in tempesta. Un’onda più alta delle altre li travolge. Le due donne riescono a mantenere l’equilibrio, il ragazzino, colto di sorpresa, finisce in acqua. Nelle immagini si vede anche la mamma lanciarsi in mare, mentre l’amica corre verso la terra ferma, per chiedere aiuto. Le immagini durano meno di un minuto. La concitazione del momento prende il sopravvento sull’operatore amatoriale, che abbassa il telefonino.

Da quanto si è successivamente appreso, in quel momento in riva al mare vi erano diverse persone. L’allarme è scattato immediatamente. Il ragazzino e la mamma sono stati condotti a riva. Per la donna, però, non c’era più nulla da fare. Il dodicenne, rianimato dai soccorritori, è stato trasferito in ambulanza nel presidio ospedaliero di Castiglione di Ravello dove i sanitari, dopo le cure del caso, lo hanno giudicato fuori pericolo. Tanti i cittadini del centro costiero che si sono prodigati per salvare mamma e figlio. Sul molo è arrivato anche il sindaco di Positano, Michele De Lucia, addolorato per quanto accaduto.

La donna ed il ragazzo alloggiavano all’ hotel Sirenuse, dove doveva raggiungerli il marito impegnato in Puglia per motivi di lavoro. L’ingegnere aeronautico si è precipitato a Positano nel corso della notte, dopo essere stato informato dell’accaduto. Il corpo della donna trasferito prima a Ravello, e successivamente a Salerno, è stato restituito alla famiglia. Il figlio sotto shock è rientrato a Napoli.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico