Italia

FareFuturo attacca La Russa: “Parla di calcio quando c’è lutto”

Ignazio La RussaROMA. “Tanta attenzione alle etichette e poca ai contenuti. Ed ecco le scivolate Se questa è la ‘vera destra’…”. FareFuturo, la fondazione del presidente della Camera Gianfranco Fini, con un articolo su “Ffwebmagazine” a firma di Federico Brusadelli, critica il ministro della Difesa Ignazio La Russa.

“C’é chi, beato lui, sa di avere il copyright della ‘destra’ in Italia. E lo ricorda costantemente, sottolineando cosa sia e non sia ‘di destra’ – scrive Brusadelli – Immigrazione, ambiente, diritti civili, economia, cultura: il copyright copre tutti gli ambiti dello scibile umano”. “Viene da chiedersi – continua – se è davvero così di destra che il titolare della Difesa, nel giorno in cui due nostri militari perdono la vita in Afghanistan, dirami un comunicato dal quale si apprende che pur nel rispetto dei tragici avvenimenti che hanno coinvolto oggi i nostri militari in Afghanistan, il ministro Ignazio La Russa ritiene opportuno non entrare nella polemica nata dalle dichiarazioni da lui rilasciate al termine della partita Siena-Inter, ma ci tiene a specificare che il Siena ha solo inutilmente cercato uno sterile ed inutile zero a zero con un ‘catenaccione’ vecchia maniera quasi che l’importante fosse ostacolare l’Inter anziché cercare un risultato di prestigio per se stesso, mentre il Chievo, sia a Milano la scorsa settimana che ieri con la Roma ha giocato alla ricerca di una vittoria che, quando non vi sono problemi di classifica, dovrebbe essere l’obiettivo di tutti. Anche della squadra di Mezzaroma. Questo sì che è ‘essere di destra’”.

FareFuturo ne ha anche per il sottosegretario Daniela Santanché: “E viene anche da chiedersi – scrive – quanto sia di destra invocare, come ha fatto dall’alto del suo scranno governativo l’onorevole Santanché, intervenendo a Mattino Cinque, il rispetto della privacy nelle indagini portate avanti per sradicare il cancro mafioso. Che senso ha intercettare un mafioso mentre parla con la madre? E’ un abuso, dice il sottosegretario. Questi sì che sono ‘ideali di destra’”. “Ecco – conclude – episodi così confermano un sospetto: che chi si preoccupa tanto delle etichette, finisca – come in questi due piccoli casi – per dimenticare il contenuto”.

LA RUSSA: “INACCETTABILE TRATTAMENTO”. “Caro Ffweb, finché lo scrive l’Unità o lo ripete, deformato, uno dei peones del Pd passi. Ma che da Farefuturo mi si critichi per qualcosa di inesistente che basterebbe poco verificare come tale, mi pare troppo”. Lo scrive in una lettera inviata a Farefuturo webmagazine il ministro La Russa, che parla di “inaccettabile trattamento”. “Ribadisco – aggiunge La Russa – che ieri non ho fatto alcuna dichiarazione riferita al calcio (ho anzi annullato la mia partecipazione serale alla iniziativa benefica ‘Derby della Madonnina’ che si teneva allo stadio San Siro). Vero è invece che, di fronte ad un tam tam delle radio sportive della capitale sulle mie dichiarazioni di domenica, il mio ufficio stampa ha ritenuto, giustamente ed autonomamente, di diramare una sua nota (non mia quindi) con la quale dichiarava che, per i luttuosi avvenimenti del giorno, non sarei intervenuto sulle polemiche calcistiche. Aggiungeva inoltre – prosegue il ministro nella lettera – che anche le mie dichiarazioni del giorno precedente al tragico evento, riferite al Siena Calcio (che sintetizzava nella nota), non volevano essere di critica verso la Roma. Tutto ciò proprio per evitare ulteriori polemiche e, ribadisco, senza alcun mio intervento diretto. Basta verificare”. “Non giustifico ma conosco – conclude La Russa – la abituale strumentalizzazione degli avversari politici, ma mai mi sarei aspettato da Ffweb (di cui posso non condividere alcune posizioni ma che ritenevo fino ad oggi in buona fede) lo stesso inaccettabile trattamento. Spiace ma è così”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico