Esteri

Thailandia, leader camicie rosse ferito negli scontri

camicie rosseBANGKOK (Thailandia). Almeno venti persone sono rimaste ferite negli scontri avvenuti nell’area di Saradeng, a circa 2 chilometri dal punto di raduno delle camicie rosse.

L’edizione on line del New York Times, inoltre, riporta che durante gli socntri è rimasto gravemente ferito anche l’ex maggiore dell’esercito Khattiya Sawasdipol, uno dei leader più radicali delle camicie rosse”thailandesi, fedeli all’ex premier Thaksin Shinawatra e che protestano da due mesi per chiedere nuove elezioni.

L’uomo è stato trasferito d’urgenza in ospedale ma le sue condizioni sarebbero preoccupanti visto che è stato colpito alla testa da diversi colpi di arma da fuoco. Gli scontri hanno destato la preoccupazione del governo tailandese che ha risposto con un’azione militare già annunciata qualche giorno fa dal premier Abhisit Vejjajiva. L’azione del governo, annunciata dalla tv nazionale dal Cres, è iniziata alle 18, ora locale, con lo sgombero dell’accampamento della camicie rosse a Bangkok. Poi le forze militari hanno circondato il quartiere della protesta di Bangkok bloccando le vie d’accesso con veicoli blindati, pile di pneumatici e filo spinato.

Niente elettricità e segnale telefonico nel raggio di tre chilometri quadrati, traffico bloccato nelle cinque principali arterie stradali che circondano la zona e sei stazioni della metropolitana sopraelevata e sotterranea. La task-force militare ha il compito di gestire la crisi antigovernativa.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico