Esteri

Disastro aereo a Tripoli, il piccolo Ruben rientra in Olanda

Ruben van AssouwTRIPOLI. Torna in Olanda il piccolo Ruben van Assouw, il bambino di nove anni unico sopravvissuto nell’incidente dell’Airbus 330 dell’Afriqiyah Airways in cui sono morte 103 persone.

E’ partito alle ore 10 dall’aeroporto militare di Matiga, a Tripoli, con probabile destinazione all’aeroporto militare di Eindhoven, non confermata però dalle autorità olandesi. Accompagnato dagli zii, il bambino in un’intervista a un giornale olandese prima di partire ha affermato di non ricordare nulla dell’accaduto.

“Mi chiamo Ruben e sono olandese” ha detto spiegando anche di star bene “anche se mi fanno molto male le gambe”. “Sono in ospedale ma non so perchè – ha aggiunto- non so altro, voglio solo ritornare a casa”. Ruben ha riportato nell’incidente aereo fratture multiple alle gambe ed è stato operato con successo all’ospedale di Tripoli.

Gli zii di Ruben hanno raccontato tutto l’accaduto al nipote che nell’incidente ha perso la madre, il padre e il fratellino di 11 anni, con i quali era partito in vacanza per un safari in Sudafrica per festeggiare i dodici anni e mezzo di matrimonio dei genitori. “Ora – hanno affermato i suoi familiari – sa che i suoi genitori e il fratello Enzo sono morti. Sarà la nostra famiglia a occuparsi di lui e del suo futuro”. “Sarà per noi un periodo molto difficile – hanno aggiunto Trudy e Patrick van Assouw – speriamo che i media rispettino la nostra privacy”.

Ruben in ospedale

La partenza per l’Olanda

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico