Esteri

Cina: uccide ad accettate 7 bambini e un maestro, poi si toglie la vita

 PECHINO.Ha fatto irruzione in un asilo uccidenzo ad accettate sette bambini ed un maestro. E’ successo nella provincia dello Shaanxi, nel nord-ovest della Cina.

L’attacco è scattato alle 8 del mattino in un asilo privato infantile del villaggio di Linchang, presso la città di Hanzhong, frequentato da 20 piccoli allievi. Sono stati uccisi cinque bambini e due bambine e la loro insegnante Wu Hongying, una donna del villaggio che gestiva l’asilo. Altri 11 bambini e un adulto, che sono stati feriti, sono stati ricoverati in ospedale. Due bambini sono gravi.

Il massacro è stato compiuto da un uomo di 48 anni, Wu Huanmin, che è poi tornato nella sua casa del villaggio e si è tolto la vita. I motivi del suo gesto non sono stati chiariti.

Un episodio che riaccende il dibattito sulla sicurezza perchè è il sesto di questo genere negli ultimi due mesi. I precedenti avevano causato 17 morti – tra cui 15 bambini – e 80 feriti. Secondo gli esperti potrebbe esserci stato un effetto di emulazione dopo che i media avevano dato ampio risalto agli ultimi attacchi.

Il presidente Hu Jintao e il premier Wen Jiabao avevano ordinato un rafforzamento delle misure di protezione attorno a scuole e asili e alla polizia è stato chiesto di identificare chiunque possa rappresentare una minaccia per i bambini.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico