Castel Volturno - Cancello ed Arnone

Il prefetto Morcone visiterà le Terre di Don Diana

Mario Morcone CASTEL VOLTURNO. Martedì 18 maggio, il prefetto Mario Morcone direttore dell’Agenzia nazionale per i beni sequestrati e confiscati alla criminalità, alle ore 13.30, visiterà Le Terre di don Diana, nascente cooperativa sociale e bioenergetica, a Castelvolturno in via Del Cigno, traversa di via Pagliuca.

Le Terre di don Peppe Diana, sarà la prima cooperativa Libera Terra della Regione Campania e della Provincia di Caserta. Nascerà nei comuni di Castelvolturno (su un terreno, confiscato a Michele Zaza, di 7 ettari con sopra dei fabbricati), di Cancello Arnone, Teano, Pignataro e Carinola per complessivi 88 ettari. Saranno generate energie rinnovabili e valorizzate le tradizioni culinarie. Nella cooperativa, grazie ad un progetto comune e ad un percorso condiviso, sarà prodotta la ‘mozzarella giusta’ che oltre al gusto avrà lo straordinario valore aggiunto della legalità. Mozzarella, ricotta e formaggi che con il marchio di Libera Terra stabiliranno un nuovo inizio e si affiancheranno ai prodotti di qualità della sana imprenditoria casearia locale.

Per Valerio Taglione, coordinatore di Libera Caserta “la cooperativa sociale Le Terre di don Diana, segna nel territorio della Provincia ed in generale in Regione Campania, un cambiamento importante. La presenza del prefetto Morcone è la dimostrazione del buon avvio del percorso ma anche una fondamentale manifestazione di incoraggiamento. Nel lavorio quotidiano verso un riscatto possibile dalla camorra, i beni confiscati non possono essere più abbandonati dalle lungaggini burocratiche e tanto meno diventare semplici infrastrutture rilegate al ruolo di cattedrali nel deserto”.

Piena e totale soddisfazione è stata espressa anche da Geppino Fiorenza, coordinatore regionale dell’associazione Libera nomi e numeri contro le mafie: “L’attenzione dimostrata dal prefetto Morcone, partecipando già a tutti i lavori del seminario nazionale sull’uso sociale dei beni confiscati tenutosi a Napoli ed organizzato insieme a Magistratura democratica, è l’evidente segnale di un ottimo inizio di collaborazione tra il mondo associativo, istituzionale e cittadino”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico