Caserta

Giunta, Brancaccio invita i ‘cespugli’ a farsi provvisoriamente da parte

Angelo Brancaccio CASERTA. “Se per sbloccare la situazione di impasse che si è venuta a determinare nella formazione della giunta provinciale è necessario liberare qualche spazio per le legittime aspirazioni dei partiti più grandi, invito i cosiddetti Cespugli a restare fuori, in questa prima fase, dall’esecutivo”.

E’ il commissario e consigliere provinciale dell’Udeur Angelo Brancaccio a lanciare un messaggio chiaro agli alleati del centrodestra con l’obiettivo di mettere la parola fine alla crisi politica che si è aperta nell’ente di corso Trieste.

“L’Udeur, pur essendo la terza forza della coalizione e la quarta su venticinque liste presentate, con quasi trentunomila voti pari al 7% dei consensi raccolti in questa tornata, è stato il primo partito a dire di non voler partecipare alla spartizione delle cariche – ha spiegato Brancaccio – il nostro chiamarci fuori, non vuol però significare, un disinteressarci alle dinamiche della formazione della squadra di governo. La scelta degli uomini che formeranno la giunta dovrà avvenire attraverso un metodo chiaro e politico, e su questo non faremo sconti a nessuno. Non accetteremo, all’interno della giunta, la presenza di altre forze minori legittimate da ingerenze regionali o nazionali. Per noi questo sarebbe un atto di discriminazione politica imperdonabile”.

Brancaccio ribadisce il peso politico ed elettorale del suo partito e avverte gli alleati. “Nel caso in cui dovesse avvenire una cosa del genere, valuterò la possibilità di passare all’opposizione – ha detto – ruolo che mi è più congeniale e, nel quale, mi sento sicuramente più a mio agio”. Brancaccio è comunque fiducioso che ciò non avvenga. “Sono convinto che Pdl e Udc sapranno dare la giusta visibilità nelle altre strutture di governo a tutti i partiti – ha detto – in questo momento, le priorità per la provincia di Caserta sono altre. Dobbiamo dare una risposta e anche immediata ai cinquecento lavoratori dell’Acms, mettendo mano ad un trasporto pubblico che sia efficiente per i casertani. C’è bisogno di avviare il risanamento del litorale domitio. E’ necessario strutturare un servizio di smaltimento dei rifiuti per evitare i problemi che hanno contraddistinto questa terra negli ultimi anni. Dobbiamo cogliere al volo la disponibilità dataci dall’amministratore della Gesac Gamberale per la realizzazione dell’aeroporto di Grazzanise, promuovendo un tavolo istituzionale con Regione e Comuni interessati per ridurre al minimo i tempi di completamento dell’opera. Più in generale, il nostro compito deve essere quello di riprendere l’attività di programmazione che si è interrotta negli ultimi cinque anni”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico