Caserta

Giornata del “Poliziotto Amico” con Fausto Mesolella

Fausto MesolellaCASERTA. Fausto Mesolella degli Avion Travel invia un messaggio di speranza per Terra di Lavoroinvitando i giovani a non lasciare la propria terra e di continuare per fare emergere il buono e l’eccellenza che essa offre.

Lo ha fatto a conclusione dell’incontro tra gli studenti casertani con la Polizia di Stato. L’appuntamento di ieri mattina degli alunni dell’Itc “Terra di Lavoro”, Isiss “Manzoni”, Liceo Classico “Giannone”, Ipsia “Ferraris” e dell’Itc “Giordani”, tutti partner del Centro Studio ed Alta Formazione dei Maestri del Lavoro d’Italia con il questore di Caserta, Guido Nicolò Longo, ha voluto suggellare l’apprezzamento al corpo e l’encomio per la sua attività. Si è svolto al termine della felice riuscita del “progetto Legalità”, messo a punto dal questore e gli insigniti dal presidente della Repubblica.

Una sperimentazione che è diventata un vero e proprio modello che sarà esportato in altre regioni d’Italia, così come sostenuto dal direttore del centro Studi Mauro Nemesio Rossi. Alla testimonianza di Giovanni Bo, in rappresentanza della Pmi di Confindustria Caserta, che ha raccontato le sue vicissitudine di imprenditori soggetti a ricatti e tutti risolti grazie alle forze dell’ordine, si sono aggiunte quelle del preside Carmine Aurilio, che ha raccontato con un certa emozione le minacce ricevute da camorristi, quella del preside Saverio Tufariello che ha esposto la sua vita di figlio di poliziotto e del preside dell’Itis “Giordani”: una serie di vicissitudini, difficoltà di un istituto di trincea, con le sue problematiche e le necessità di una continua opere di prevenzione se non di repressione.

clicca per

ingrandire

Il presidente dell’Ascom Mario D’Anna ha assicurato il pieno appoggio e collaborazione per sensibilizzare i suoi iscritti a collaborare e mettendo in atto iniziative contro il racket e l’usura. Tutti spunti che hanno dato l’opportunità al questore di ribadire il concetto che, per vincere la battaglia intrapresa contro la camorra, dev’esserci la partecipazione collegiale di tutti nel rispetto del proprio ruolo.

Per i Maestri del Lavoro erano presenti: il decano Errico Russi, Mario Sapio, Alfonso Batelli, Dario Rosapane, ed una delegazione proveniente da Napoli composta da Aldo Savarese e Carmine Coppola. Non da meno sono stati gli interventi del prefetto vicario Francesco Provolo, quello procuratore aggiunto del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere Silvio Marco Guarriello che ha portato i saluti del procuratore capo Corrado Lembo. Lo stesso assessore Domenico Pascarella, intervenuto in rappresentanza del sindaco, ha tenuto a precisare come legalità e soluzioni dei gravi problemi sociali viaggiano di pari passo.

La giornata è stata condotta dalla preside del comprensivo “A. Ruggiero” Adele Vairo, che oltre a spiegare ai presenti le motivazione dell’iniziativa, ha introdotto i giovani studenti che hanno voluto omaggiare la polizia con un spettacolo di poesie e musica, che ha avuto come protagonista Mesolella e la soprano Francesca Mazzoni accompagnata dal poliziotto Fabio D’Amato. Sono seguite le poesie: ‘Il poliziotto’ di Michela Cecere dell’Itc“Terra di Lavoro” recitato da Luca Salaridel comprensivo “Ruggiero”; “Il gioco del calcio” di Wilma Ambrosio Ruccia recitata da Gabriele Sesti del comprensivo “Ruggiero”; “Fravecatore” di Raffaele Viviani recitatada Maria Canzano dell’Isiss “A.Manzoni”. Ha concluso Francesca Del Prete dell’Isiss “A. Manzoni” con la canzone Will Always Love.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico