Caserta

Federcontribuenti “contro le ingiustizie di Equitalia”

Federcontribuenti CASERTA. Nell’ultima settimana di aprile la Federcontribuenti della Campania, si è riunita convocando un incontro dissertativo con cittadini e parti sociali, presso il Circolo Dlf a Cancello Scalo.

Tema dell’incontro: “La voce dei contribuenti contro le ingiustizie di Equitalia – la Class Action per un fisco equo e giusto”. Presenti il presidente nazionale Federcontribuenti, Carmelo Finocchiaro, il coordinatore regionale, Marco Esposito ed i legali dell’associazione per le province campane Luca Ranucci e Giuseppe Gugliucci.

“In Italia è necessario attuare una riforma tributaria che elimini le disparità e dia certezza di riscossione e, al contempo, senso di giustizia. – ha dichiarato Carmelo Finocchiaro – Non è possibile per un Paese che intenda guardare con rinnovato ottimismo alle sfide europee imposte dalla globalizzazione o dalla moneta unica avere un tessuto sociale esattamente diviso in due: tra coloro che sono tassati alla fonte perché lavoratori dipendenti e coloro i quali non avendo tale vincolo riescono ad aggirare l’ostacolo dichiarando nulla o quasi. I prossimi impegni di Federcontribuenti dunque e gli elementi portanti dell’azione sociale saranno in ordine di priorità: Equitalia, Class Action (contro la Pubblica amministrazione o contro le imprese), Politiche economiche con incentivi tanto dispersivi da risultare inutili, Disoccupazione. E inoltre, la riduzione del costo del lavoro che agevoli le imprese in nuove assunzioni, la riforma del diritto del lavoro che dia garanzie di stabilità indipendentemente dalla forma contrattuale adoperata nel rapporto singolo. Insomma, I temi sono sul tappeto, sicuramente sarà premure di persone dotate di senso civico dar forza alle idee per realizzare tali obiettivi”.

Di sicuro una delle tematiche maggiormente sentite dalla popolazione riguarda la questione Equitalia: “La regolamentazione del conflitto d’interessi – spiega Marco Esposito – è elemento fondamentale per la ristrutturazione del sistema economico italiano. Non tutti, forse, sono a conoscenza del fatto che Equitalia s.p.a , al centro di continue vessazioni e violazioni continue di norme a tutela dello Statuto del Contribuente è partecipata al 51% dall’Agenzia delle Entrate e al 49% dall’Inps; in altre parole il Direttore Generale dell’Agenzia delle Entrate, Attilio Befera è l’attuale Presidente di Equitalia s.p.a. Inoltre è necessario ricordare che a legittimare l’azione contra legem della società di riscossione, vi è la totale assenza di controllo da parte di qualunque organismo.

Qual è la natura degli errori o delle forzature giuridiche nei confronti dei contribuenti? È realmente tutelato il principio, che dovrebbe essere un caposaldo legislativo, della equità nella riscossione dei tributi e della piena trasparenza delle azioni di riscossione?

Si ricordano: Fermi amministrativi delle autovetture senza che il contribuente abbia mai ricevuto notifica; Ipoteche immobiliari, con posizioni debitorie inferiori ad 8mila euro, nonostante la Cassazione abbia sancito la non ipotecabilità degli immobili per debiti inferiori a tali importi; blocco dei pagamenti che le Aziende vantavano presso la Pa e con il conseguente pignoramento presso terzi, ovvero, la riscossione coatta dei tributi.

La Federcontribuenti lavorerà, quindi, per ridurre al minimo il gap informativo e tutelare la figura del Contribuente. La nostra azione sarà tesa ad un duplice obiettivo: stabilire, nel più breve tempo possibile una linea netta e congrua che sia identificativa delle azioni a tutela dei contribuenti; si darà quindi, in tal senso, spazio alle istanze del “cittadino come contribuente”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico