Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Furto energia elettrica, altri arrestati: tra questi il proprietario del bunker

 CASAL DI PRINCIPE. Non si riesce a comprendere che rubare energia elettrica è una “moda” che deve passare.

Lo dimostra la lunga serie di arresti compiuta dai carabinieri della compagnia diretta dal capitano Andrea Corinaldesi. Ciò nonostante, però, sembra che il fenomeno non voglia scomparire e che molti stentino ad essere consapevoli che oggi si viene arrestati se si alimenta la propria abitazione o il proprio negozio dalla rete dell’illuminazione pubblica.

Altri tre arresti risalgono a venerdì sera, intorno alle 20, quando i carabinieri hanno sottoposto ai domiciliari, in attesa di giudizio per direttissima, Raffaele Schiavone, 50 anni, di Casal di Principe, titolare di un’officina gomme “Intergomme”; Vincenzo Locusta, 57 anni, di Casale, ausiliario del traffico; Teresa Cerullo, 39 anni, di San Cipriano d’Aversa, titolare del caseificio “Cd”.

Uno degli arrestati, Locusta, è il proprietario dell’abitazione in cui lo scorso 12 maggio i carabinieri hanno scoperto un bunker dove, probabilmente, si sono nascosti dei latitanti di camorra.

Articoli correlati

Camorra, scoperto bunker alla periferia di Casal di Principe – Le foto di Redazione del 12/05/2010

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Sant'Arpino, "Libera Mente" incontra i cittadini e raccoglie le loro istanze - https://t.co/zfduZefsZ9

Migranti "scaricati" al confine. Salvini: "Vergogna internazionale". La Francia: "Non lo faremo più" - https://t.co/3bVem0mHtU

Pompei, scoperta nuova iscrizione: l'eruzione a ottobre e non ad agosto - https://t.co/em7JOKvebA

Tap, il ministro Lezzi: "Troppo costoso fermarlo". Comitato: "Eletti M5S si dimettano" - https://t.co/cqu0GBJOyv

Condividi con un amico