Capua - Grazzanise - Vitulazio - Camigliano - Pastorano - S.Maria la Fossa

Grazzanise, opposizione vuole chiarezza su lampade votive

cimitero di GrazzaniseGRAZZANISE. Incalzanti ormai le iniziative del gruppo consiliare di minoranza Nuovi Orizzonti e tendenti a far chiarezza sulle vicende amministrative ritenute lesive degli interessidella cittadinanza.

In questo quadro, il capogruppo Conte lunedì 17 maggio ha inoltrato al sindaco Parente e, per conoscenza al prefetto, un’interrogazione con richiesta di risposta scritta in Consiglio comunale che punta a spazzare il campo da una serie di punti controversi relativi alle quote finanziarie riguardanti la gestione degli impianti per l’illuminazione votiva nei cimiteri di Grazzanise e della frazione Brezza affidata per 10 anni alla ditta Elettrolux. Descritti negli otto punti delle premesse gli atti e i fatti pregressi, Conte chiede di conoscere le ragioni “per le quali non è stato versato dalla Elettrolux nei termini stabiliti l’aggio pari al 38% previsto dal contratto stipulato e sottoscritto tra le parti”.

Ipotizzando, poi, che tale omissione si configura “quale grave violazione contrattuale” intende sapere perché “non si sia proceduto ai sensi dell’art. 16, alla risoluzione del contratto stesso, previo incameramento della polizza e richiesta di maggior danno causato alle casse dell’Ente”.

Il gruppo di opposizione – pur considerando che lagnanze dei cittadini per il vistoso aumento hanno dato luogo, nel frattempo, ad una diminuzione “di fatto” degl’importi a loro carico – fa notare ancora che “attualmente la Elettrolux concessionaria applica una tariffa diversa rispetto a quella risultante dal capitolato speciale d’appalto, pari a circa 15 euro annui oltre Iva rispetto ai 24 euro oltre Iva previsti dal contratto d’appalto, comportando ciò una ulteriore diminuzione delle entrate nelle casse comunali a titolo di aggio”.

Infine, il capogruppo chiede che siano rese note “le ragioni per le quali il responsabile del Servizio a ciò demandato, ovvero l’ing. Luigi Pagano responsabile dell’Ufficio tecnico del Comune, ovvero l’attuale responsabile dell’Ut non abbia attuato le opportune iniziative tese a verificare quanto lamentato nella presente interrogazione” nonché i motivi per cui “stante la palese omissione del responsabile del Servizio alla verifica di quanto lamentato, non si sia proceduto nei confronti dello stesso per palese omissione d’atto d’ufficio”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico