Campania

Avellino, scopri il “Pianeta Alta Irpinia”

 AVELLINO. All’interno del Progetto di Scuole Aperte “Curios@ndo nell’Alta Irpinia e nella Valle del Sele” è stato realizzato il sito www.pianetaltairpinia.it che rappresenta l’esito finale di un lavoro su 17 Comuni dell’Alta Irpinia.

Il lavoro sarà presentato in conferenza stampa, alle 12.00, Sabato 22 maggio nell’Aula Chiusano dell’IISS “De Sanctis” di Sant’Angelo dei Lombardi (Avellino). Presenzieranno il Dirigente Antonio Carbone, la Vice preside Albina del Grosso, coordinatrice del progetto, insieme al Vescovo Francesco Alfano, al Sindaco di Sant’Angelo dei Lombardi Michele Forte, all’Assessore provinciale all’Istruzione Giuseppe Del Mastro, all’Assessore provinciale al Turismo Raffaele Lanni, ai 16 Sindaci dei Comuni interessati e allo staff di Scuole Aperte. La giornata inizia alle 10.00 quando gli studenti accompagneranno gli allievi dell’IPSSCT di Miano (NA)(guidati dal Preside Antonio Capasso), nella visita di uno degli itinerari da loro progettati. Il lavoro è stato realizzato dagli studenti del I e II C Classico dell’IISS Francesco De Sanctis di Sant’Angelo dei Lombardi coordinati dai professori Gabriella Cipriano, Virginiano Spiniello, Maria Venezia e con l’ausilio dell’assistente tecnico Gerardo Notaro. Pianeta Alta Irpinia è un progetto di marketing territoriale realizzato dai giovani per i giovani e il segmento di mercato preso in considerazione è principalmente il turismo scolastico. L’obiettivo finale è quello di promuovere il turismo in un territorio che ha i suoi principali attrattori nelle risorse ambientali ed enogastronomiche, ma può offrire anche interessanti risorse culturali (specie folcloriche) e storico architettoniche.

Scopri il pianeta Alta Irpinia è lo slogan ideato dai ragazzi. L’idea è quella di far presentare il territorio ai ragazzi on line (ma anche dal vivo) attraverso itinerari raccontati, schede tecniche ed analisi territoriali. Gli itinerari, ideati secondo una metodologia nuova e vivace, si rivolgono ad un ampio target, con una particolare attenzione alla fascia giovanile. Si va dalle “Mille e una notte di Calitri e Cairano”, fino “a quel ramo del lago di Monteverde e Lacedonia”, per arrivare ad “Alice nel Paese delle Meraviglie di Conza della Campania, S. Andrea di Conza e Teora”. Le schede, invece, sono un panorama virtuale delle risorse storico-architettoniche, culturali, ambientali ed enogastronomiche nonché delle infrastrutture ricettive che offrono i 17 paesi presi in considerazione: Andretta, Aquilonia, Bisaccia, Cairano, Calitri, Conza della Campania, Guardia de Lombardi, Lacedonia, Lioni, Monteverde, Morra de Sanctis, Rocca San Felice, S. Andrea di Conza, S. Angelo dei Lombardi, Teora, Torella, Villamaina.

L’analisi territoriale è un lavoro approfondito anche a livello statistico che fotografa l’andamento demografico, la consistenza delle risorse territoriali e fornisce gli strumenti per l’individuazione di future linee strategiche. Gli ingredienti sono la sfrenata e divertente fantasia di sedicenni e diciassettenni, testimonial dei Gli ingredienti sono la sfrenata e divertente fantasia di sedicenni e diciassettenni, testimonial dei luoghi in cui sono cresciuti. La convinzione è quella che il marketing territoriale non consista solo di cifre e statistiche fredde, ma di storie di persone che ci vivono. L’obiettivo è quello di promuovere il turismo in Alta-Irpinia, una terra tutta da scoprire.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico