Aversa

Ristrutturazione ospedale ‘Moscati’, Ciaramella: “Adesso i fatti”

Domenico CiaramellaAVERSA. Acquisito il decreto con il quale la Regione Campania ha trasferito fondi per tre milioni di euro all’Asl Caserta per ristrutturare, esclusivamente, il presidio ospedaliero “Moscati” di Aversa, …

… il Commissario straordinario, Antonio Gambacorta, ha convocato tempestivamente un tavolo tecnico cui ha invitato, fra gli altri, il sindaco di Aversa, Domenico Ciaramella, nella veste di massima autorità sanitaria della Città.

Al centro della discussione un’attenta ed approfondita analisi rispetto alle priorità di interventi da realizzare presso il Moscati da troppo tempo abbandonato a se stesso dai responsabili regionali della sanità: un presidio ospedaliero che eroga servizi insufficienti e non adeguati ai circa 450mila cittadini dell’agro aversano, vuoi per carenza e non equilibrata distribuzione di personale medico e paramedico, vuoi per scarso aggiornamento tecnologico.

La disamina delle emergenze ha portato a decidere, all’unanimità, di dare la precedenza alla ristrutturazione delle sale operatorie che furono chiuse in seguito ad un controllo dei Nas. Negli ultimi anni le chirurgie per poter operare sono state ospitate nelle sale operatorie della divisione di ortopedia e ostetricia. Nelle prossime quarantotto ore il Commissario straordinario prenderà visione dei progetti esecutivi del gruppo operatorio e dopo aver ricevuto dagli organi preposti il parere di fattibilità, avvierà le procedure per l’affidamento dei lavori.

I presenti all’incontro, dottor Giuseppe Tatavitto, direttore sanitario del Moscati, il dottor Diurno, responsabile delle sale operatorie, il dottor Pezzella, in rappresentanza dei chirurghi, ed l’assessore alla Sanità Vincenzo Lanzetta, presente all’incontro in rappresentanza del sindaco Ciaramella, sono stati d’accordo sulla necessità di programmare ulteriori interventi, a cominciare da quello per la realizzazione dell’emodinamica, nell’evenienza di un’ulteriore disponibilità economica.

“Riconosco – ha detto Ciaramella – al commissario Gambacorta il merito di aver dato inizio, in termini concreti, alla soluzione delle tante problematiche della sanità aversana. Dopo i propositi, arrivano i fatti: questa la strada da percorrere nell’ottica di rimettere al centro della nostra attenzione i cittadini e non l’accaparramento di primariati né trasferimenti di comodo. Gli utenti sono stati per troppo tempo mortificati da una politica della gestione di potere ma con scarse risposte per la propria salute”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico