Aversa

I vertici del Pdl ad Aversa per festeggiare Paolo Romano

Paolo RomanoAVERSA. Arrivano in città i vertici regionali del Popolo della Libertà. Venerdì sera, al Teatro Cimarosa, si incontreranno per un pubblico dibattito Nicola Cosentino, sottosegretario alle finanze, …

Pasquale Giuliano, coordinatore provinciale, Sergio Vetrella, assessore regionale alle attività produttive, Paolo Romano, presidente del consiglio regionale, il sindaco Domenico Ciaramella ed il coordinatore cittadino Nicola Golia.

Un appuntamento nato per festeggiare la vittoria ottenuta alle scorse consultazioni regionali e provinciali, che hanno premiato il partito di Berlusconi con oltre il 60% dei consensi. Ma che è anche l’occasione per rafforzare il rapporto di stima ed amicizia che lega Paolo Romano all’entourage aversano del Pdl che, di fatto, ha espresso quasi unanimemente il voto cittadino per il politico di Capua. “Quasi” perché non bisogna dimenticare la frangia “scissionista” rappresentata in Consiglio comunale dai cosiddetti “sagliocchiani”. Uno su tutti il consigliere Gianmario Mariniello, finiano doc e tra i fondatori di “Generazione Italia”, che da qualche tempo, con dichiarazioni al vetriolo, sta mettendo in imbarazzo la coalizione di maggioranza, a rispecchiare i contrasti che patisce a livello nazionale l’alleanza Berlusconi-Fini.

I finiani, legati all’onorevole Italo Bocchino e al suo braccio destro Mariniello, restano critici verso alcune scelte e comportamenti assunti dai colleghi di partito “berlusconiani”, dunque vicini al sindaco Ciaramella. Contrasti testimoniati dal fatto che l’ex consigliere regionale Giuseppe Sagliocco, arcinemico di Ciaramella nel Pdl, ad Aversa ha quasi raddoppiato i voti ottenuti da Romano, risultando però il primo dei non eletti con oltre 17mila preferenze ottenute in totale.

Intanto, Ciaramella e i suoi festeggiano con i dirigenti campani e, come si dice in questi casi, lode ai vincitori ed onore ai caduti.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico