Napoli Prov.

Atletica, da Marano pioggia di buoni risultati per gli aversani

Ivan SlyvcoAVERSA. Prima fase regionale dei Campionati di Società Assoluti al Comunale di Marano, con gare di contorno per cadetti che vanno a recuperare la prima giornata del Trofeo Campania.

Attore principale il maltempo che ha flagellato la prima giornata con pioggia, freddo intenso e vento forte, mentre nella seconda giornata è stato il freddo ad avere la meglio. Naturalmente risultati alquanto scadenti anche se i portacolori aversani hanno fatto cose egregie. Tra i cadetti si è cominciato con la vittoria di Francesco Martino nel martello, per il giovane sanmarcellinese si tratta di una conferma, ma anche di una gran crescita metrica, visto che di un solo botto ha guadagnato ben 7 metri. Nei 1000 metri vittoria sotto l’acqua per Ivan Slyvco (nella foto)che batte tutto correndo ancora una volta in 2.45., vanno a migliorarsi Luigi Conte ed Enzo Cammarosano. Nel triplo doppietta di Gianluca Diana ed Angelo Alberico, mentre sui 150 metri ancora due aversani sul podio, Giacomo Canelli e lo stesso Diana.

In pratica la categoria è “cosa” aversana. Nelle gare assoluti grande prova nel getto del peso per Antonio Laudante, che sebbene debba lanciare con l’attrezzo della categoria assolta (7 chili contro i 5 della sua categoria allievi), riesce ad ottenere la migliore prestazione tecnica della società, lancia a 13.87 con un nullo a 14.80, per lui seconda piazza nel peso e terzo posto nel disco.

Buone nuove arrivano anche dalla marcia dove Pantaleo Cammarosano è buon terzo con un tempo di poco superiore ai 51 minuti, stiamo parlando dei 10 chilometri, bravo anche l’allievo Giuseppe Rennella che chiude con il suo nuovo personale, anche in questo caso molti minuti sotto il personale. Un plauso per il carinarese Giosuè Picone, che è terzo nei 3000 siepi e si sacrifica anche sui 5000 metri in una sorte di grande impresa del mezzofondo.

Bravi comunque tutti i ben 28 atleti che scendono in campo che nonostante tutto portano la società aversana ad un quarto posto in regione provvisorio, peccato che la Fidal centrale non ha permesso al martellista Giovanni Mondanaro di essere schierato per il suo vecchio club di nascita, una e.mail mai arrivata ha messo fuori gioco una grossa possibilità per gli aversani, così come dispiace non aver visto in gara neanche il marciatore Magliulo e l’inossidabile Ciro d’Angelo nel giavellotto che non se la sono sentita di affrontare freddo e pioggia battente. La seconda parte del campionato è fissata per 12 e 13 giugno a Salerno.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico