Succivo

Pallavolo, l’Edil Atellana conquista la Serie C

 SUCCIVO. E venne il giorno in cui il grido di gioia e liberatorio si levò al cielo, l’Edil Atellana Volley conquista la serie “C”.

Con tre turni di anticipo la formazione pallavolistica succivese agguanta l’aritmetica certezza di giocare nella prossima stagione nel massimo campionato regionale. Il presidente dell’Edil Atellana Volley Giovanni Santoro, l’allenatore Mimmo Finelli, società tutta, dedicano questo meraviglioso momento al direttore generale della Cooperativa Edil Atellana “Salvatore Tessitore”, un’azienda, e una persona, quella di Tessitore, da anni sempre vicina e sensibili a questa splendida realtà sportiva di Succivo. Le gesta sportive del capitano Albino Perrotta, dei ragazzi terribili come Salvatore Belardo, Antonio Russo, Giuseppe Colella, Gianni, Di Giacinto, Enzo Fusco, Federico Cretella, Gianni Fariano, Francesco Langella, Francesco Rastiello, Giuseppe Di Pasquale e Salvatore Chianese, rimarranno per sempre scolpiti nei ricordi e nei cuori dei tifosi succivesi. E’ la vittoria del coach Mimmo Finelli che ha creduto nelle potenzialità del gruppo. E’ la vittoria di una società che continua a mietere successi anche con i settori giovanili (l’Edil atellana Volley è stata appena insignita del titolo di marchio di qualità).

Tuttavia, il campionato non è ancora finito. La vita e lo sport sono fatti di stimoli e traguardi da inseguire, il prossimo obiettivo per i succivesi è quello del primo posto. Domenica prossima al “Palavolley” di Succivo grande festa e match contro il team del Boconcì Paestum.

 Il commento gioioso e lettera aperta del team manager atellano Ferdinando Cristiano: “Il mio primo pensiero va al nostro caro presidente, che con la sua azione svolta nell’ombra senza invadere le competenze altrui e con piena fiducia ha affidato gli sforzi di un mirabile sponsor alla guida tecnica di poche persone riscuotendo innumerevoli successi; Secondo, un enorme grazie a Mimmo Finelli che mi ha guidato in questo splendido percorso dandomi piena fiducia e tanta stima facendomi sentire un vero dirigente senza mai palesare ombra di dubbi sul mio comportamento; Il primo grazie lo rivolgo al nostro capitano, sempre calmo tranquillo e spesso ago della bilancia nelle nostre imprese. Grazie a Colella che con la sua straordinaria forza e voglia di fare mi ha fatto risuonare la carica agonistica di quando ero un atleta. Grazie a Langella per tutte le volte che mi ha fatto delirare e per tutti gli abbracci sinceri che ci siamo scambiati. Grazie a Di Giacinto per la sua calma e tenacia tenuta nonostante le innumerevoli cazziate di Finelli. Grazie a Fariano per il suo agonismo e la sua competizione con Langella così si cresce con la voglia di essere sempre meglio degli altri siete due testardi ed entrambi forti; Grazie a Belardo che nonostante la sua giovane età è stato e sarà il cemento sul quale costruiremo la nostra difesa. Grazie a Chianese per essere un grande trascinatore, uomo squadra e spogliatoio. Grazie a Cretella per avermi sopportato nonostante le mie innumerevoli cazziate. Grazie a Fusco punto di riferimento per la squadra elemento fondamentale per il suo carisma fuori e dentro il campo. Grazie a Rastiello per i suoi ritardi per le sue assenza ma soprattutto per la sua grinta voglia di vincere attaccamento alla maglia e poi in fondo sembra burbero ma è un vero buono. Grazie a Russo perche mi ha fatto disperare tutto l’anno perche quando vuole sa essere devastante perche alla fine ho avuto ragione Ed in fine ma no per importanza grazie a Franco Papa per avermi accolto come un fratello all’interno della società per il suo pessimismo che rende il suo quotidiano lavoro amore per la Pallavolo e che con maniacale cura porta avanti questa realtà con lo stesso affetto che si riversa in una famiglia facendomi sentire veramente a mio agio e soprattutto facendomi sentire in famiglia”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico