Sant’Arpino

Pdl, Fioratti e Lettera condividono le idee di Plazza

Gianluca Fioratti Raffaele LetteraSANT’ARPINO. I consiglieri Gianluca Fioratti e Raffaele Lettera, in seguito alle recenti dichiarazioni del dottor Alberto Plazza, …

… dichiarano di “condividere ed apprezzare la corretta e coerente analisi fatta dallo stesso sulle vicende politiche che hanno interessato il Pdl e che hanno visto la sterile crescita del Pdl coordinata dal consigliere comunale Rodolfo Spanò”.

“L’analisi fatta dal dottor Plazza – spiegano Fioratti e Lettera – descrivendo nei dettagli gli episodi che l’hanno visto partecipe in prima persona, ha mostrato la vera faccia, a dir poco, triste, della realtà che vive il Pdl a Sant’Arpino così come concepita dall’avv. Spanò, fin dalla sua nomina a coordinatore. Per questo, noi consiglieri di maggioranza del Pdl (ex An), condividendo a pieno l’amarezza espressa dall’amico dottor Plazza, non possiamo che comprendere e condividere il bisogno, sentito da tutti quelli che credono in questa realtà politica, di rilanciare il Pdl a Sant’Arpino e, al contempo, nella compagine politica della maggioranza. Per tutti questi motivi, oggi, noi consiglieri comunali di maggioranza del Pdl, abbiamo deciso di dare una svolta alla sterilità del nostro movimento politico a Sant’Arpino, rilanciando la figura dei rappresentanti politici all’interno della maggioranza di governo nella figura dei consiglieri comunali ed affidando questa rinascita ad un uomo di chiara ed indubbia esperienza politica quale il dottor Plazza. Da oggi, dunque, affidiamo il timone del partito del Pdl al dottor Plazza riconoscendogli la titolarità di un coordinamento di fatto e, allo stesso tempo, la rappresentanza dei componenti del Pdl in seno alla maggioranza al tavolo politico”.

“Il nostro dovuto ringraziamento – concludono – va, ovviamente, al dottor Plazza, per l’onere e l’onore assunti pubblicamente nel rappresentare, all’interno della maggioranza, quell’area di centro destra che si richiama ai valori ed agli ideali del Pdl confidando in quella collaborazione tanto ambita e mai raggiunta, ormai da troppo tempo rilegata in cantina”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico